Questo sito contribuisce alla audience di

Eccidio delle Fondeie Riunite

I Democratici di Sinistra di Modena celebrano il 54° anniversario.

Nuova pagina 1

Angelo
Appiani, Renzo Bersani, Arturo Chiappelli, Ennio Garagnani,
Arturo Malagoli e Roberto Rovatti: questi i nomi dei sei operai
modenesi uccisi nel corso dello sciopero generale indetto dai
sindacati per la mattina del 9 gennaio 1950 per chiedere la
sospensione di licenziamenti indiscriminati e per la ripresa
delle trattative con la direzione delle Fonderie Riunite.
Quello che ricorrerà domani,
venerdì 9 gennaio 2004, sarà dunque il 54° anniversario
dell’eccidio delle Fonderie Riunite, tragico episodio da
sempre commemorato anche dai Democratici di Sinistra di Modena.
Per mantenere vivo il ricordo del sacrificio di quei sei operai
in lotta per il diritto al lavoro una delegazione del partito si
recherà domani mattina alle ore 9.00, presso il cippo dei
caduti, posto davanti allo stabilimento delle ex fonderie Orsi.

Ivano Miglioli, Segretario Provinciale Ds; Michele Andreana,
Responsabile Area lavoro della Federazione e Antonino Marino,
Segretario Ds Unione Comunale Modena guideranno la delegazione
dei Democratici di Sinistra, che nell’occasione, deporrà
davanti al cippo dei caduti, una corona di fiori.