Questo sito contribuisce alla audience di

Università: il decreto del governo getta gli atenei in una crisi

Intervento di Flaminia Saccà, responsabile DS Università e Ricerca

Nuova pagina 1

“Il
decreto di riordino della docenza, approvato in tutta fretta, e senza il
necessario confronto e parere positivo degli addetti ai lavori, mina
l’autonomia universitaria e la valutazione, ma soprattutto precipita
l’università italiana in uno stato di crisi strutturale. La conoscenza
è accumulazione del sapere, se la ricerca viene spezzettata in
contrattini co.co.co, e viene offuscata dal carico didattico,
l’eccellenza italiana è destinata ad esaurirsi in breve tempo. Abbiamo
un’emergenza giovani ricercatori in questo paese che chiedono
valutazione e investimenti. Qui si sta andando nella direzione opposta
rischiando di disperdere un’intera generazione”.