Questo sito contribuisce alla audience di

La flora del Namib

Le strane piante, piu’ o meno grandi, che popolano il deserto del Namib.


Una pianta dal frutto stranissimo, a forma di melone, e’ il nara (Acanthosicyos Horrida) ed e’ endemica del Namib, fu descritta per la prima volta da Friedrich Welwitsch. Per diminuire la traspirazione le sue foglie si sono trasformate in spine. Questo nara e’ il cibo preferito dagli struzzi e dagli orici ma non e’ disdegnato neanche dagli Ottentotti che lo mangiano fresco od essiccato.


La Welwitschia Mirabilis e’ senz’altro la piu’ spettacolare pianta del deserto del Namib. E’ classificata fra le gimnosperne, le piante di antica origine. Il botanico austriaco Friedrich Welwitsch vide questa pianta per la prima volta nel 1860.
Ho osservato Welwitschie di centinaia di anni, sono enormi, hanno foglie che possono raggiungere diversi metri di lunghezza ed il vento le avvolge attorno a se stesse creando uno strano effetto di foglie a spirale. E’ uno dei simboli della Namibia e si puo’ osservare solo nel Namib. Si nutre assorbendo la nebbia mattutina.

Un’altra pianta interessante e’ l’imponente albero che cresce nel letto dei fiumi in secca, ha come nome scientifico Combretum Imberbe, e gli Herero, che lo considerano sacro, lo chiamano omumborombonga. Le sue radici si possono spingere anche per 50 metri nel terreno per raggiungere i depositi di acqua che si formano durante le piogge.


La Lithops e’ pure caratteristica del Namib. E’ costituita da un’unica foglia carnosa con una fessura al centro che emerge mentre il resto della pianta e’ ben nascosto nel terreno. Per forma e colore si confonde con i sassi dove cresce e si mimetizza. Questa succulenta si nutre delle nebbie mattutine non tramite le foglie bensi’ tramite le radici che assorbono la condensa che fluisce nel terreno.


La pianta dei talleri (Zygophyllum Stepfii) e’ cosi’ chiamata perché le sue foglie ricordano l’antica moneta tedesca. Fu il geologo tedesco Otto Staff che nel 1885 la incontro’ durante una spedizione nella valle del Kuiseb mentre era alla ricerca di miniere di rame. Lo si trova nel Namib; questo arbusto semideciduo puo’ raggiungere il metro di altezza. In genere il vento del deserto lo sommerge quasi completamente con la sabbia e spuntano solo le foglie dalla sommita’ di piccole dune.

Le categorie della guida