Questo sito contribuisce alla audience di

Pesce Azzurro contro il Cancro

Per verificare l'efficacia di una dieta a base di pesce, soprattutto azzurro, i ricercatori hanno misurato gli effetti di due regimi alimentari diversi su alcune linee cellulari di cancro della prostata. Una dieta era a base di omega 3, di cui è ricco il pesce azzurro, l'altra di omega 6, 'ingrediente' di olio d'oliva, arachidi e semi in generale.

Da  una ricerca condotta dall’ospedale  Christie di Manchester e pubblicata sul ‘British Journal of Cancer’ e ripresa su molte agenzie di stampa  risulta che l’olio di pesce, nella dieta, e più in generale gli omega 3, sono in grado di bloccare le forme più aggressive del cancro alla prostata.

I ricercatori hanno misurato gli effetti di due regimi alimentari diversi su alcune linee cellulari di cancro della prostata per  verificare l’efficacia di una dieta a base di pesce, soprattutto azzurro: la prima dieta a base di omega 3, di cui è ricco il pesce azzurro, l’altra di omega 6, ‘ingrediente’ di olio d’oliva, arachidi e semi in generale.

 

”Mentre gli omega 6 favoriscono addirittura le metastasi delle cellule cancerose dalla prostata al midollo osseo, gli omega 3 di fatto bloccano il tumore”, dice il coordinatore dello studio Mick Brown, secondo cui ”è possibile bilanciare un regime alimentare che unisca i due tipi di grassi in  maniera tale da arrestare la progressione del tumore”.

 

Se da un lato, infatti, sembra che le cellule tumorali usino gli omega 6 come riserva di energia per moltiplicarsi e creare le molecole che permettono la metastasi del cancro, gli omega 3 interferiscono in questo processo.