Questo sito contribuisce alla audience di

Meteropatia e Colore

A sperimentare sbalzi d'umore, tristezza, apatia e spossatezza in questi giorni di clima pazzo sono le molte persone che soffrono di varie forme di meteoropatie. Ma un aiuto per ritrovare l'equilibrio può arrivare dal menù Esistono numerosi lavori in letteratura che legano la presenza degli acidi grassi a variazioni dell'umore di tipo stagionale. Ma la buona notizia è che è possibile modulare il benessere utilizzando sostanze che il nostro organismo produce o assume attraverso il cibo. Fra i cibi alleati per ritrovare l'equilibrio c'è il pesce azzurro, ricco di omega 3. È bene dunque portarlo in tavola più spesso, mentre è meglio evitare di eccedere con i fritti.

La Primavera alle porte alterna giorni di sole con altri più piovosi e così Massimo Cocchi, presidente dell’Associazione ricercatori nutrizione e alimenti (Arna) e direttore del Centro di Biologia molecolare della Fondazione Villa Maria di Cotignola (Ravenna), a margine del seminario «Brain and Heart» in corso a Bologna parla di meteoropatia e dell’importanza delle verdure:

«A sperimentare sbalzi d’umore, tristezza, apatia e spossatezza in questi giorni di clima pazzo sono le molte persone che soffrono di varie forme di meteoropatie. Ma un aiuto per ritrovare l’equilibrio può arrivare dal menù.
Esistono numerosi lavori in letteratura che legano la presenza degli acidi grassi a variazioni dell’umore di tipo stagionale. Ma la buona notizia è che è possibile modulare il benessere utilizzando sostanze che il nostro organismo produce o assume attraverso il cibo. Fra i cibi alleati per ritrovare l’equilibrio c’è il pesce azzurro, ricco di omega 3. È bene dunque portarlo in tavola più spesso, mentre è meglio evitare di eccedere con i fritti.

E le Verdure?

Cinque porzioni di frutta e verdura quotidiane con un piccolo truccò: per essere sicuri di fare il pieno dei diversi elementi nutrizionali benefici - consiglia Cocchi - è bene variare spesso, lasciandosi guidare dal colore
Fra gli alimenti alleati dell’umore - ricorda l’esperto - ci sono anche i cereali, mentre è preferibile scegliere le carni bianche rispetto a quelle rosse».

Infine, buone notizie per i golosi: se l‘umore è nero per colpa del clima, «si può concludere il pasto con un pezzo di cioccolata: il suo effetto sulla serotonina è garantito da numerose ricerche».