Questo sito contribuisce alla audience di

Estate 2006: In & Out

Tanto per cominciare ecco alcuni must assoluti per le signore: occhiali scuri grandissimi da star hollywoodiane anni '50, sandali con le zeppe, costumi castigati e prendisole in tinta. E bianco, tanto bianco. Ma soprattutto il cappello a falde contenute, colorato o naturale, ma non stravagante. Lo stile da seguire insomma è trasgressive-retrò: un mix tra la sensualità delle pin up anni '50 e i colori e la voglia di uscire dagli schemi degli anni '70, con grande spazio agli accessori, in stile vintage, tanto che in spiaggia tornano radio e appunto i cari vecchi cappelli.

Le italiane pensano già alle tanto agognate ferie estive e s’interrogano sulle destinazioni più trendy e sui colori, i costumi e gli accessori “must have” per l’estate 2006.

Quali saranno le destinazioni più “in”?

Cosa si dovrà mettere in valigia per l’immancabile passerella del bagnasciuga?

Quali accessori e oggetti saranno indispensabili per apparire veramente alla moda?

Quali colori saranno a la page?

Insomma quali saranno i trend dell’estate 2006?

Tanto per cominciare ecco alcuni must assoluti per le signore: occhiali scuri grandissimi da star hollywoodiane anni ‘50, sandali con le zeppe, costumi castigati e prendisole in tinta.

E bianco, tanto bianco. Ma soprattutto il cappello a falde contenute, colorato o naturale, ma non stravagante. Lo stile da seguire insomma è trasgressive-retrò: un mix tra la sensualità delle pin up anni ‘50 e i colori e la voglia di uscire dagli schemi degli anni ‘70, con grande spazio agli accessori, in stile vintage, tanto che in spiaggia tornano radio e appunto i cari vecchi cappelli.

E non è tutto. Il rapporto di Eta Meta Trend Lab, condotto attraverso il monitoraggio e l’analisi di oltre 200 testate di life style a livello internazionale, di 1.800 siti e blog dedicati ai nuovi trend e alle novità in fatto di stili di vita, e attraverso le interviste a 90 cool hunter, che hanno compiuto le loro osservazioni e analisi nelle città più innovative di cinque paesi (Francia, Usa, Inghilterra, Giappone e Italia), segnala altre clamorose novità.

E’ finita, per esempio, la moda dell’happy hour

Chi vuol essere a la page sappia che si torna all’aperitivo all’italiana, elegante, originale e raffinato, come si beveva in Costa Azzurra.

“Le mode e le tendenze, così come gli stili di vita, viaggiano ormai a livello internazionale. Non esiste più il gap di un anno tra ciò che accadeva in fatto di moda in un paese e il suo recepimento in un altro. Oggi le nuove tendenze nascono attraverso un continuo interscambio, reso possibile grazie a internet - sottolinea Sara Trovato, presidente di Eta Meta ed esperto di trend internazionali - Lo scenario è globale, e di questo le aziende si stanno accorgendo, recependo gli input che arrivano da ogni parte del mondo e rispondendo in tempi brevissimi”.

Fonte: gambeinforma.it