Questo sito contribuisce alla audience di

Piacere Gelato

Il gelato a base di latte contiene proteine di elevato valore biologico, ricche di aminoacidi essenziali ad alta biodisponibilità, necessari alla funzione plastica e rigeneratrice dei tessuti, importante a tutte le età. I carboidrati del gelato sono soprattutto il lattosio e il saccarosio, zuccheri "semplici" di pronto impiego, indispensabili per il metabolismo dei globuli rossi e del tessuto nervoso. Questi nutrienti sono utili in ogni occasione di movimento, ma particolarmente nella fase di recupero in qualsiasi attività sportiva....

Il gelato può tranquillamente entrare a far parte di un menu giornaliero sano ed equilibrato. Basta tener conto del suo valore energetico e nutrizionale e alternarlo con altri alimenti, ricordando sempre che il bilancio delle calorie è fatto di entrate e uscite e che, per mantenersi in forma, è fondamentale un’adeguata e regolare attività fisica, almeno tre volte a settimana.

Sono gli ingredienti utilizzati per produrre il gelato come il latte, le uova, la panna, il cacao, la frutta e i nutrienti che ne derivano, proteine, zuccheri, grassi, minerali, vitamine, fibra, che determinano il valore nutrizionale di questo alimento.

Il gelato a base di latte contiene:

proteine di elevato valore biologico, ricche di aminoacidi essenziali ad alta biodisponibilità, necessari alla funzione plastica e rigeneratrice dei tessuti, importante a tutte le età.
I carboidrati del gelato sono soprattutto il lattosio e il saccarosio, zuccheri “semplici” di pronto impiego, indispensabili per il metabolismo dei globuli rossi e del tessuto nervoso. Questi nutrienti sono utili in ogni occasione di movimento, ma particolarmente nella fase di recupero in qualsiasi attività sportiva.
I grassi presenti nel gelato apportano una favorevole quota di acidi grassi “a catena corta” che vengono utilizzati nel nostro organismo come veloce combustibile. Nel gelato troviamo inoltre quantità adeguate di vitamine A e B2, calcio e fosforo.

Per ragazzi tra i 14 e i 18 anni l’ideale è un gelato con biscotto accompagnato da un succo di frutta a merenda, soprattutto se hanno svolto un’attività sportiva nel primo pomeriggio.

Per una donna tra i 25 e 40 anni, la cosa migliore è concedersi un bel cono gelato, anche alla panna con granella di nocciole, come dolce conclusione di un pranzo leggero e veloce. A cena si può fare un bis con mix di frutta e sorbetto, tutti da inventare.

Per uomini tra i 35 e i 55 anni il gelato ideale è quello da gustare dopo cena. Un consiglio? In una tazza, mettere kiwi, fragole e mele tagliate a rondelle e accompagnarle con del gelato al fior di latte, alla fragola e al pistacchio.

E le Calorie?

Il gelato come colazione (200-400 calorie)

Il gelato come merenda (100-250 calorie)

Il gelato come pasto (fino a 400 calorie)

Il gelato come dessert (120-250 calorie)

Il gelato come sfizio (50-80 calorie)

Il gelato per dissetare (80-120 kcal)

Vuoi saperne di più? Scarica il PDF della brochure IGI