Questo sito contribuisce alla audience di

Estate: diete salutari e colorate..

Con l’arrivo dell’estate, spiccano sui mercati e sulle nostre diete una grande varietà di alimenti coloratissimi che contengono preziose sostanze per la salute dell’organismo umano. La LAV ricorda che ai colori invitanti di frutta e verdura di stagione corrispondono altrettanti importanti principi nutritivi: i cibi rossi e arancio, come pomodori, peperoni, carote, albicocche, fragole, anguria e ciliegie, sono ricchi di vitamina C e A, fondamentali per la salute della pelle e per mantenere una buona vista.

Con l’arrivo dell’estate, spiccano sui mercati e sulle nostre tavole una grande varietà di alimenti coloratissimi che contengono preziose sostanze per la salute dell’organismo umano.

La LAV ricorda che ai colori invitanti di frutta e verdura di stagione corrispondono altrettanti importanti principi nutritivi:

i cibi rossi e arancio, come pomodori, peperoni, carote, albicocche, fragole, anguria e ciliegie, sono ricchi di vitamina C e A, fondamentali per la salute della pelle e per mantenere una buona vista.

Al giallo degli oli vegetali, dei semi di girasole e dei peperoni corrisponde un elevato contenuto di vitamina E, dall’azione antiossidante, ancor più importante nella stagione estiva poiché offre un contributo per contrastare l’azione invecchiante dei raggi solari.

I vegetali a foglia verde scura come le insalate e i germogli sono ricchi di ferro e calcio, ma anche vitamina A e del gruppo B, e, come la frutta, contengono preziosi sali minerali che è utile reintegrare soprattutto nella stagione più calda.

Il marrone dei legumi di stagione come lenticchie e fagioli è dovuto al contenuto di tannini, che non hanno funzione nutritiva, ma anzi limitano l’assorbimento dei principi nutritivi; tuttavia i legumi sono ricchi di proteine e ferro, il cui assorbimento è aumentato se abbinati a cibi ricci di vitamina C. I legumi contengono inoltre amido, ovvero carboidrati, indispensabili per fornire l’energia necessaria affinché l’organismo utilizzi al meglio le proteine dei legumi senza affaticare reni e fegato.

Frutta e verdura di stagione vanno consumate preferibilmente crude, per sfruttare al meglio le loro preziose proprietà: la cottura infatti distrugge la maggior parte di vitamine ed enzimi limitando anche la digeribilità di questi prodotti. Ecco alcuni consigli pratici della LAV per utilizzare al meglio i benefici di frutta e verdura di stagione:

- Colazione variopinta: per iniziare la giornata con leggerezza ed energia è consigliabile consumare frutta fresca, in macedonia, al naturale o come frullato in latte di soia o di riso. In alternativa latte di soia, di riso o di mandorle con muesli (quest’ultima opzione è consigliabile soprattutto a bambini e sportivi) oppure con pane integrale o gallette di riso o farro integrali.

- Pranzo in rosso e bianco: sulle tavole estive non possono mancare le diverse varietà di pomodori, da consumare freschi e ben maturi, quando presentano un bel colore rosso vivo, segno della presenza di sostanze antiossidanti. Per chi ha problemi renali meglio evitare i pomodori verdi, a causa di alcune sostanze che possono affaticare i reni e che scompaiono con la maturazione.
Suggeriamo piatti unici ideali per i pranzi estivi, che uniscono al rosso dei pomodori il bianco del tofu

- Cena in giallo e arancio: proponiamo una rivisitazione estiva della classica insalata russa. Al posto della maionese si prepara un composto a base di mandorle dolci o anacardi al naturale, si passano al mixer fino ad ottenere una farina e poi si aggiunge man mano succo di limone, aceto bianco e olio extravergine di oliva e si aggiusta di sale. Si uniscono carote tagliate a dadini e peperoni crudi gialli o altre verdure crude a piacere. Si mette tutto in uno stampo, si lascia in frigorifero qualche ora e poi si sforma su un piatto da portata.

- Cena in verde e marrone: insalata di fagioli borlotti con erba cipollina e limone, per fare il pieno di ferro e proteine.

- Dessert rosa: un fresco dessert estivo di sicuro effetto è un semifreddo a base di fichi. Si sbuccia un chilo abbondante di fichi maturi, si mettono su un piatto grande e si spruzzano con maraschino o altro liquore dolce. Si bagna leggermente uno stampo da forno per ciambelloni, si cosparge di zucchero di canna e si riempie con i fichi pressandoli leggermente. Si mette in congelatore per almeno un paio d’ore e, al momento di servirlo, si sforma su un piatto accompagnandolo con gelato di soia alla vaniglia e sciroppo di amarena…..

Felice.. colorata estate…