Questo sito contribuisce alla audience di

Quella Voglia di Birra….

Spesso sentiamo il desiderio di una bevanda leggera magari, se siamo in compagnia, di una buona birra...In 100 gr. di birra "standard" - quella scelta dalla stragrande maggioranza dei consumatori italiani - sono contenute appena 34 calorie, le stesse offerte dal succo d'arancia. La birra ha del resto una provata azione antiossidante grazie ai polifenoli che agiscono contro alcune sostanze tossiche, i radicali liberi, riconosciuti come promotori di alcune malattie cardiovascolari e dell'invecchiamento della pelle.

Quella Voglia di Birra….

Spesso sentiamo il desiderio di una bevanda leggera magari, se siamo in compagnia, di una buona birra.. Assobirra ci ricorda che la birra Contiene le stesse calorie del succo di carote.

In 100 gr. di birra “standard” - quella scelta dalla stragrande maggioranza dei consumatori italiani - sono contenute appena 34 calorie, le stesse offerte dal succo d’arancia.

Il valore calorico della birra è in pratica da ricondurre al solo apporto energetico derivante dal suo contenuto in alcool. I valori medi si aggirano intorno alle 34 chilocalorie (Kcal) per 100 g. di prodotto, quindi 340 per litro. Per le birre light invece il contenuto è pari a 28 Kcal, con un apporto in carboidrati pari a 1,3g, meno della metà della birra “regular” o “normale”. Le birre più “robuste” fanno invece salire il contenuto in calorie fino al massimo di 60 per 100 g. di prodotto.

Siamo al bar? Occhio a questi stuzzichini:

un piatto di pistacchi “pesa” 608 calorie

olive nere, 235 calorie

per un aperitivo a base di vino le calorie sono 186.

vermouth dolce, porzione da 70 gr oltre le 100 calorie.

La birra ha del resto una provata azione antiossidante grazie ai polifenoli che agiscono contro alcune sostanze tossiche, i radicali liberi, riconosciuti come promotori di alcune malattie cardiovascolari e dell’invecchiamento della pelle.

I soggetti ai quali gli esperti sconsigliano il consumo di alcolici sono principalmente:

i giovani di età inferiore a 18 anni,

chi deve fare lavori in cui è richiesta molta attenzione (guida autoveicoli),

chi è molto sovrappeso,

chi è in gravidanza e in allattamento.

Ultimo accorgimento è quello di consumare la bevanda preferibilmente ai pasti e con moderazione, per ridurre la velocità di assorbimento dell’alcool, godendo così in modo corretto di tutti i suoi benefici. È comunque sempre consigliabile un consumo responsabile di birra.

Le diete prevedono sempre un bicchiere di vino a pasto. Una birra piccola può darci un gran piacere… toglieremo qualcos’altro dal piatto… almeno per oggi…

Luisa Maria Carretta

Il prof. Alessandro Turchi, Guida Adolescenti, ci ricorda il Decalogo Messo a Punto dall’Osservatorio sul Fumo Alcol e Droga messo a punto dall’Istituto Superiore della Sanità… QUI