Questo sito contribuisce alla audience di

Diete

Ippocrate considerava le diete come il complesso di regole e prescrizioni che il malato era tenuto a seguire non solo relativamente al suo regime alimentare che, comunque, era di fondamentale importanza

Ippocrate considerava le diete come il complesso di regole e prescrizioni che il malato era tenuto a seguire non solo relativamente al suo regime alimentare che, comunque, era di fondamentale importanza.

Lo scopo era il ripristino dell’equilibrio degli umori tramite la prescrizione di cibi che, a seconda dei casi, erano umidi, caldi, freddi, o asciutti. Allora c’era la tisana, decotto di orzo macinato, e l’idromele, bevanda data dalla fermentazione di acqua e miele.

La dietologia è una scienza che studia gli effetti degli alimenti sui processi metabolici dell’organismo, considerandone anche le implicazioni digestive.

La Dietologia Clinica si occupa principalmente della prevenzione, della diagnosi e della cura dei disturbi legati alla nutrizione e all’alimentazione:

    1. Malnutrizione per difetto;

    2. Intolleranze e allergie alimentari;

    3. Malnutrizione per eccesso, con le sue complicanze rappresentate da ipercolesterolemia, ipertensione, iperinsulinismo, steatosi epatica;

    4. Disturbi del comportamento alimentare;

    5. Prevenzione delle malattie cronico-degenerative

    6. Malattie da carenza specifiche di alcuni alimenti e/o principi nutritivi.

La dietologia clinica si occupa della prevenzione, diagnosi e cura dei disturbi legati alla nutrizione e all’alimentazione. Eppure, desiderando abbracciare un significato ampiamente riconosciuto, la parola “dieta” coincide spesso con un preciso stile di vita.

In sostanza, quello che la maggior parte delle personeoggi intendono, quando parlano di regime alimentare, è la possibilità di coniugare lo star bene alla prevenzione, o la reale volontà di raggiungere un peso forma ideale scegliendo precisi regimi alimentari.

Và detto che esiste il rischio che si creino false speranze, e bisogna tenere conto che alimentarsi correttamente, significa prima di tutto mantenersi in salute e assicurare che tutto l’organismo riceva quello di cui ha bisogno.

Entra in gioco dunque la singola capacità di riconoscere e valutare i segnali del corpo.

Lo step iniziale, è sempre una visita medica che consenta l’analisi dello stato di salute generale.

E se poi stare bene comporta anche perdere qualche taglia, non può che giovare al benessere e all’amor proprio.

Per un equilibrio da ritrovare nel benessere di tutti i giorni..

Luisa Maria Carretta
© Opera protetta da licenza C.C

'Diete'

'Diete''Diete''Diete''Diete''Diete''Diete''Diete''Diete''Diete'