Questo sito contribuisce alla audience di

Sette miti da sfatare sulle diete

Non bisogna credere a tutto!Per chi segue le diete, e non solo, un breve elenco di “certezze” sulle quali varrebbe forse la pena riflettere.

Se vuoi mangiare sano, fai piazza pulita delle leggende. “Bistecca contro l’anemia. Tanto pesce se sei smemorata. Niente grassi per perdere peso”… Non bisogna credere a tutto!

Quante informazioni sbagliate riceviamo in un giorno…

Frutto di credenze popolari, ma non solo: la divulgazione medica non è sempre affidata agli esperti, e l’approfondimento a volte manca anche da parte dei divulgatori più motivati. Nascono quindi convinzioni che, mischiate alla saggezza popolare che non sempre è attendibile come vorremmo, confondono le idee.

Per chi segue le diete, e non solo, un breve elenco di “certezze” sulle quali varrebbe forse la pena riflettere.

La pasta non va mai abbinata alla carne: recenti studi hanno dimostrato che questa affermazione è falsa. Pare infatti che se nello stesso pasto vengono abbinati i principali gruppi nutritivi (carboidrati, grassi, proteine) sia facilitato anche il metabolismo.

Il pesce fornisce fosforo utile alla memoria: non è il fosforo ad aiutare la memoria, ma le vitamine B2 e B12, che si trovano in spinaci, broccoli, uova, carne e derivati del latte.

La frutta fresca non va mangiata a fine pasto: la frutta a fine pasto può provocare gonfiore solo se associata a un pranzo abbondante o a problemi di coliti.

La carne rossa combatte l’anemia: tutte le carni, anche quelle bianche, combattono l’anemia perché contengono ferro. La differenza di colore tra i vari tipi di carne dipende semplicemente dalla percentuale di mioglobina, una proteina che serve a ossigenare i muscoli.

Lo zucchero di canna ha meno calorie di quello bianco: la differenza di calorie è davvero minima (362 calorie ogni 100g di zucchero di canna, 392 per quello bianco). Però lo zucchero di canna contiene più vitamine e minerali, che vengono poi persi nel processo di raffinazione di quello bianco.

I cibi integrali sono più leggeri: basta leggere l’etichetta per accorgersi che questa affermazione è falsa. In più, nei prodotti da forno come biscotti o crackers, vengono aggiunti zuccheri e grassi per renderli più gustosi.

Per dimagrire bisogna abolire i grassi: in realtà i grassi aiutano il nostro corpo ad assorbire molte vitamine. Ogni giorno andrebbero assunti almeno 2 o 3 cucchiai di olio.

Fonte:Tu

23 gennaio 2007