Questo sito contribuisce alla audience di

Le diete più strane del web

Diete Ipnotiche, alla Vodka, del Fantino, del Sesso, del Minestrone… diete eccentriche… da non fare! Affidarsi a un dietologo resta sempre la scelta più saggia, ma internet pullula di diete “fai da te”. Ce n'è per tutti i gusti …

Diete Ipnotiche, alla Vodka, del Fantino, del Minestrone diete eccentriche da non fare!

Affidarsi a un dietologo resta sempre la scelta più saggia, ma internet pullula di diete “fai da te”.

Ce n’è per tutti i gusti

La dieta ipnotica.
Avere stima di sè e non sentirsi mai in colpa a causa del cibo. È questo il segreto della dieta ipnotica che agisce sull’inconscio e punta a trovare una motivazione naturale e non forzata per una alimentazione equlibrata. Tutto quello che c’è da fare è mettersi seduti, ascoltare il programma con un lettore cd e rilassarsi profondamente. Non ci sono nozioni da imparare a memoria, nè calorie da contare. Andando avanti con il programma dovrebbe svilupparsi un nuovo approccio all’alimentazione e un diverso atteggiamento verso il cibo.

La dieta che allunga la vita. Si chiama ‘Polymeal’. Messa a punto da un gruppo di ricercatori olandesi, che non serve a perdere peso ma a vivere più a lungo, precisamente sei anni in più.
La ‘Polymeal’comprende sette tipi di cibi in grado di preservare l’organismo da eventuali problemi cardiaci: frutta, pesce, verdure, aglio ma anche mandorle, cioccolato fondente e vino, solitamente banditi nelle diete.

La dieta del sesso. Raccomandata da Kerry McCloskey, autrice del libro ‘The ultimate sex diet’, questa dieta sfrutta l’attività sessuale per perdere i chili in più. Il tuo partner, assicura McCloskey, diventa il tuo nutrizionista, il tuo psicologo e il tuo personal trainer. Tra le posizioni consigliate quella chiamata ‘Let’s get crazy’ in cui le ginocchia della donna sono sopra le spalle dell’uomo. La dieta, suggerisce l’ideatrice, può essere anche un modo per fare nuove conoscenze.
La dieta del minestrone. Ideata da un cardiochirurgo del Sacred Memorial Hospital di St. Louis, questa dieta è particolarmente indicata per individui obesi cardiopatici e non deve essere seguita per un periodo superiore a 15 giorni. È una dieta a tema da usare solo in casi di effettiva ‘emergenzà e ha come obiettivo far perdere peso nel più breve tempo possibile. Il programma alimentare prevede sette giorni a base di minestrone di verdura, tè, succhi di frutta non zuccherati e frutta; al quarto giorno si aggiunge latte o yogurt scremato, al quinto giorno carne di manzo e al settimo giorno riso integrale.
La dieta della vodka. È stata l’attrice Sienna Miller a brevettare questa particolarissima dieta a base di vodka per raggiungere la taglia desiderata alla vigilia della sua interpretazione nel film ‘Factory girl’, in cui veste i panni di Edie Sedgwick, musa di Andy Warhol. «Ho deciso di bere vodka -spiega l’attrice- perchè ha meno calorie ad esempio del vino». (segue)
La dieta dei limoni. Basata sul consumo quasi esclusivo di limoni, che com’è noto sono a bassissimo contenuto calorico, è di gran moda in Italia perchè permette di perdere molti chili in pochi giorni. Una variante di questa dieta è stata sperimentata con successo da Beyoncè Knowles, ex leader delle Destiny’s Child, che per dimagrire in vista della sua interpreatzione nel film ‘Dreamgirls’ ha adottato un regime alimentare basato su sciroppo d’acero, spremuta di limone, acqua, pepe di cayenna e vitamine.
La dieta delle patate. La dieta delle patate sfrutta il potere saziante del tubero. Dura 2 settimane, promette un calo di 2-3 chili ed è disintossicante e diuretica. Dalla colazione (patate al vapore) alla cena (insalata di patate lesse condite con un cucchiaino di olio d’oliva, succo di limone, trito di prezzemolo) prevede un menù quasi completamente a base di patate. In particolare, volendo seguire le istruzioni, se ne dovrebbe consumare almeno un chilo al giorno.
La dieta del fantino. Basata sul consumo di carne e verdura, la dieta del fantino è una cosiddetta ‘dieta-urtò e non va seguita per più di tre giorni consecutivi. Iperproteica e sbilanciata può essere molto dannosa per la salute ed è assolutamente sconsigliata a chi ha problemi di fegato o di reni. Prevede l’assunzione di circa 1200 calorie al giorno e permette di perdere 2-3 chili.

Fonte: AdnKronos

Sarebbe il caso di parlarne spesso… Queste non sono diete dimagranti ma programmi alimentari pericolosi… piccoli trucchi che non solo non aiutano ma che spesso peggiorano la qualità della vita…

Le diete serie… non fatte per gioco o per seguire le mode, sono fondamentali per un’idea della vita che comprenda sempre salute e benessere prolungato nel tempo…

ma per cominciare una dieta dimagrante seria ed appropriata, preparata da uno specialista,

ci vuole impegno occorre prima di tutto crederci….e farla divenire una direzione di vita….

lmc