Questo sito contribuisce alla audience di

Celiachia: il Nuovo Prontuario 2007

Il Prontuario AIC è uno strumento indispensabile sia per i consumatori celiaci ed i loro familiari, che lo utilizzano per la spesa di ogni giorno, sia per le aziende alimentari che attestano l’idoneità dei loro prodotti prima di destinarli al consumatore celiaco, sia per il settore ristorazione, che lo utilizza come fonte di preziose informazioni per la preparazione di piatti, pietanze, gelati destinati ai clienti celiaci.

La celiachia è un’intolleranza permanente al glutine, sostanza proteica presente in avena, frumento, farro, kamut, orzo, segale, spelta e triticale.

L’incidenza di questa intolleranza in Italia è stimata in un soggetto ogni 100/150 persone. I celiaci potenzialmente sarebbero quindi 400 mila, ma ne sono stati diagnosticati solo 60 mila, secondo i dati diffusi dal Ministero della Salute nel marzo del 2005. Ogni anno vengono effettuate cinque mila nuove diagnosi ed ogni anno nascono 2.800 nuovi celiaci, con un incremento annuo del 9%.

Per curare la celiachia, attualmente, occorre escludere dalla dieta alcuni degli alimenti più comuni, quali pane, pasta, biscotti e pizza, ma anche eliminare le più piccole tracce di farina da ogni piatto.

Questo implica un forte impegno. Infatti l’assunzione di glutine, anche in piccole dosi, può causare danni.

Le diete senza glutine, condotta con rigore, è l’unica terapia che garantisce al celiaco un perfetto stato di salute.

Ogni anno l’Associazione Italiana Celiachia pubblica il “Prontuario AIC degli alimenti”, che viene distribuito con una tiratura di oltre 75.000 copie a circa 50.000 soci, ai servizi di gastroenterologia, servizi dietetici, ristoranti, pizzerie, Bed & Breakfast, gelaterie, servizi di ristorazione collettiva ed aziende alimentari. Il Prontuario raccoglie una vasta gamma di prodotti alimentari ritenuti dall’AIC a minor rischio di contaminazione da glutine. Il Prontuario AIC è uno strumento indispensabile sia per i consumatori celiaci ed i loro familiari, che lo utilizzano per la spesa di ogni giorno, sia per le aziende alimentari che attestano l’idoneità dei loro prodotti prima di destinarli al consumatore celiaco, sia per il settore ristorazione, che lo utilizza come fonte di preziose informazioni per la preparazione di piatti, pietanze, gelati destinati ai clienti celiaci.

Il Prontuario, infatti, è ormai divenuto, per il consumatore celiaco e per la sua famiglia, uno strumento insostituibile in fase di acquisto, poiché fornisce un’informazione affidabile e sicura, ed il fatto che un determinato prodotto vi sia o meno menzionato costituisce un elemento di scelta decisivo.