Questo sito contribuisce alla audience di

L'orto della salute

Il cibo come medicina

Sotto il motto ippocratico “Fai del cibo la tua medicina” e con esperti di fama internazionale, venerdì 30 maggio dalle ore 9 nell’aula “F” della facoltà di Agraria si svolgerà il convegno “L’orto della salute”, dedicato al valore degli alimenti di origine vegetale per la nutrizione umana.

Frutta e ortaggi , attraverso alcuni composti fitochimici, sono in grado di proteggere la salute, come evidenziano studi epidemiologici secondo i quali, afferma la professoressa Manuela Giovannetti, preside della facoltà, “diete ricche di alimenti vegetali possono prevenire diverse patologie, tra cui malattie cardiovascolari, metaboliche, patologie infiammatorie e cancro. Il nostro tradizionale convegno di maggio afferma quest’anno un principio scientifico che i nostri ricercatori e docenti hanno contribuito a dimostrare, studiando i principi attivi di sostanze naturali”.

Carlo Cannella, docente de “La Sapienza” di Roma e presidente dell’Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN), aprirà il convegno, coordinato da Elvira Naselli del settimanale “Salute”, con la relazione “Nuove frontiere nella valutazione della qualità del cibo”. Elisabetta Sanzini, direttore del reparto di Dietetica del Dipartimento di Sanità pubblica, veterinaria e sicurezza alimentare presso l’Istituto Superiore di Sanità, parlerà di “Alimenti di origine vegetale: composti fitochimici biologicamente attivi”. Adriana Albini, responsabile della Ricerca oncologica al Polo Scientifico e tecnologico dell’IRCCS “MultiMedica” di Sesto San Giovanni e presidente della Società Italiana di Cancerologia, parlerà de “Il cibo come medicina: la prevenzione oncologica”. Vincenzo Fogliano, docente di Biochimica e di alimenti funzionali all’Università “Federico II” di Napoli, interverrà su “Alimenti funzionali dalle piante dell’orto: cotti o crudi?”. Infine Roberto Bollini, direttore dell’Istituto di Biologia e biotecnologia agraria del CNR di Milano, parlerà di “Eliminazione dei fattori antinutrizionali dai legumi”.

Nel pomeriggio è prevista una tavola rotonda con gli studiosi della facoltà di Agraria che svolgono da anni ricerche su “Alimenti e salute”.

Comunicato Stampa

Università di Pisa