Questo sito contribuisce alla audience di

Alanis Morissette: no a diete shock

Alimentazione come prevenzione. Questo il monito e l’appello di Alanis Morrisette.



Cibo e musica, cibo e arte, cibo e voglia di ricominciare.
Torna, Alanis Morissette.
Rientra sul palcoscenico mondiale lasciando alle spalle il passato e ricostruendo la vita attraverso un’autobiogafia che sarà disponibile a breve nelle librerie di tutto il mondo. “Spero che questo libro mi aiuti a superare definitivamente questa esperienza, anche se le ferite sono sempre aperte”. Confida in un’intervista rilasciata al “Daily Mirror”.

La cantante, reduce dalla recente separazione da Ryan Reynolds racconta dei traumi subiti in adolescenza, della bulimia, dell’anoressia e di quando, entrando in una libreria di Vancouver cominciò a leggere libri sull’alimentazione tra cui Eat to Livee di Joel Fuhrman. Non più vivere per mangiare ma mangiare per vivere. Un cambio di prospettiva che le ha fatto vedere la vita da un nuovo importante punto di vista.

Non ero interessata a diete insostenibili come perdere 10 chili in due settimane… non credo nelle diete.. Penso che i risultati siano di breve durata e disastrosi sul lato delle emozioni.” Poi aggiunge: “The primary focus is disease prevention.” L’obiettivo principale è la prevenzione delle malattie.

Di Alanis conosciamo tutto. Ora riscopriamo anche un lato più intimo, più doloroso, sperando che questa rinnovata voglia di vivere sia l’inizio di un più dolce cammino.

lmc
Alanis Morissette: no a diete shock

Alanis Morissette: no a diete shockAlanis Morissette: no a diete shockAlanis Morissette: no a diete shockAlanis Morissette: no a diete shockAlanis Morissette: no a diete shock