Questo sito contribuisce alla audience di

Estate, dieta nuda e cruda

Mangiare “crudo” regala un senso di autenticità ed esalta il piacere dei sensi ma mangiare senza cottura richiede comunque una certa precauzione ed un’attenta preparazione per evitare casi di intossicazioni alimentari dovute al proliferare di germi e batteri.

Il crudismo, consiglio per l'uso

Al di là di Jean Seignalet, luminare della nutrizione in Francia, che fece del crudismo un vero regime alimentare ( la sua dieta consigliata era : Petit déjeuner - Chocolat noir (ne pas abuser) - Miel - 1 fruit de saison - 1 fruit sec - 1 bol de thé . Déjeuner - 1 crudité - 1 légume vert - Oléagineux;noix noisettes amandes etc…. ) và detto che il cibo non cotto piace sempre molto, specie in estate quando privilegiamo alimenti “minimamente trattati”, il più possibile freschi, di pronto consumo, non sottoposti a trattamenti drastici di tipo sterilizzante o a trasformazioni particolari, e possibilmente non contenenti additivi e conservanti di vario tipo.

Tra l’altro ci sono cibi che per abitudine consumiamo cotti come carciofi, cavoli e le zucchine e che sono invece anche più buoni e digeribili se consumati crudi. Tartare di Manzo, zuppe fredde, carpaccio di salmone, bresaola, verdure marinate… Mangiare crudo regala un senso di autenticità ed esalta il piacere dei sensi. Pur non eccedendo in questo tipo di alimentazione, ricordo che mangiare senza cottura richiede comunque una certa precauzione ed un’attenta preparazione perché non sono pochi i casi di intossicazioni alimentari dovute al proliferare di germi e batteri. In generale meglio essere vigili sulla sicurezza alimentare del cibo crudo e cercare di applicare qualche regola in più:

- Che siano ortaggi di prima qualità. La qualità delle materie prime è fondamentale ai fini della sicurezza e della qualità del prodotto finale.

- I vegetali vanno consumati prima possibile. Se conservati in frigo possono impoverirsi e perdere una gran parte di principi nutritivi.

- Lavare sempre le mani con acqua calda e sapone prima di maneggiare il cibo per almeno 20 secondi consecutivi.

- Come i vegetali, anche la carne ed il pesce andrebbero messi in sacchetti speciali, riposti in frigorifero e mangiati entro poche ore dall’acquisto.

- Per il lavaggio della verdura è consigliabile l’uso di abbondante acqua fredda in cui sia stato sciolto del bicarbonato (ne basta un cucchiaino per ogni litro d’acqua).

Infine, visto l’avvicinarsi di estate e vacanze, se siamo in viaggio il consiglio è di evitare i cibi crudi e mangiare solo cibi cotti di recente mentre solo la frutta che si sbuccia può essere mangiata cruda per evitare qualsiasi forma di intossicazione.

Il Crudismo

Il CrudismoIl CrudismoIl CrudismoIl CrudismoIl CrudismoIl CrudismoIl CrudismoIl CrudismoIl CrudismoIl CrudismoIl CrudismoIl Crudismo