Questo sito contribuisce alla audience di

Perchè non dimagrisco? Dieta sotto esame.

Mangio abbastanza? L’alimentazione è corretta? Mi muovo tutti i giorni? Conosco quello che compero al supermercato? “Sono a dieta ma non riesco a dimagrire” è l’affermazione di molte persone che stanno per rinunciare. Cosa capita? Perché non si dimagrisce?

Imparare a mangiare

Mangio abbastanza? L’alimentazione è corretta? Mi muovo tutti i giorni? Conosco quello che compero al supermercato? Sono a dieta ma non riesco a dimagrire è l’affermazione di molte persone che stanno per rinunciare. Cosa capita? Perché non si dimagrisce?

Se sei tra quelli che pensano che perdere peso corrisponda a sentirsi necessariamente in lotta o sotto perenne esame sarà bene rivalutare quello che si sta facendo, ritrovare le motivazioni iniziali e abbandonare l’idea che non mangiare corrisponda a perdere peso perché se è vero che un dietologo ha realizzato una dieta adatta è anche vero che la sua corretta applicazione dipende da noi e da come ci comportiamo durante la giornata. Individuiamo gli errori più comuni e impariamo a risolverli:

1. Volere tutto e subito. Le diete finalizzate alla perdita di peso corporeo nascono anche per correggere le abitudini alimentari e hanno bisogno di tempo per essere realizzate. Più ci concederemo tempo, più la dieta sarà dolce e facile da realizzare
2. Fare fatica. Se la dieta è corretta, al di là della prima settimana che comporta necessariamente una piccola rivoluzione, ci accorgeremo che perdere peso nel tempo può essere divertente. Ricorda che i primi chili sono quelli che si perdono più rapidamente, poi la perdita di peso rallenta ma molto dipende anche dalla costituzione e dal ritmo di vita che si conduce.
3. Salti i pasti? saltare colazione, pranzo o cena è quasi sempre un errore. La prima colazione è uno dei pasti principali della giornata, con frutta, proteine e cereali integrali, che non innalzano la glicemia del sangue eccessivamente e permettono di sentire meno lo stimolo della fame nelle ore successive. Ricordiamo di assumere lo spuntino di metà mattinata e di pomeriggio.
4. Hai fatto movimento? La riduzione di calorie da sola non basta . Una dieta equilibrata, fatta di verdura, frutta, pasta, carne magra o pesce è anche la più sana ma camminare di più o anche solo andare in bicicletta ci aiuterà ad accelerare il metabolismo, bruciando così calorie e migliorando il tono muscolare.
5. Mangi insaccati durante lo spuntino? Sarebbe meglio evitare. Gli insaccati vanno mangiati con moderazione per via del loro elevato apporto calorico e per le notevoli quantità di sale.
6. Vado spesso a pranzo fuori? Le porzioni dei ristoranti sono in genere molto abbondanti tanto più che non sappiamo molto sulla loro preparazione o modalità di cottura. Per non sbagliare possiamo chiedere mezza porzione o le “baby porzioni” mangeremo così un po’ di tutto limitando la quantità e alzandoci da tavola, se possibile, con ancora un pizzico di fame.
7. Cosa bevo? Capita spesso di bere bevande che però contengono molto zucchero. Se siamo al bar sarà bene optare per una bibita light invece di un bicchiere tipo cola che, in 200 ml, apporta tra le 80 e le 150 calorie e spesso non disseta.

L’obbiettivo è la salute. Ricordiamo che tutti possono perdere peso ma non tutti possono essere magri. Spostare l’obbiettivo sulla salute e sulla corretta nutrizione piuttosto che sul trovare una perfetta forma fisica, significa desiderare vivere meglio e sarà più semplice portare avanti un programma completo e trovarsi a proprio agio in tutto quello che si fa durante la giornata.

Dieta sotto esame

Dieta sotto esameDieta sotto esameDieta sotto esameDieta sotto esameDieta sotto esameDieta sotto esameDieta sotto esameDieta sotto esameDieta sotto esameDieta sotto esame