Questo sito contribuisce alla audience di

La dieta della pasta: segreti e virtù!

Intendiamoci: la pasta è un alimento essenziale nelle diete e non và eliminato. Attenzione alle quantità, ma se la domanda è “posso dimagrire mangiando anche pasta”? la risposta è sì. In un programma ipocalorico che fornisca da 1400 a 1600 calorie al giorno, da seguire per un mese almeno, sempre associato ad attività fisica, è dunque possibile perdere 3 chili senza rinunciare al piatto base della dieta mediterranea.

la dieta della pasta

Intendiamoci: la pasta è un alimento essenziale nelle diete e non và eliminato. Attenzione alle quantità, ma se la domanda è “posso dimagrire mangiando anche pasta”? la risposta è sì.
Prendiamo, ad esempio, 100 gr di spaghetti, la loro composizione è: carboidrati(74,67), proteine (13,04) pochi grassi(1,51) molta acqua (9,90) zero colesterolo e 370 calorie circa, a seconda del tipo. Mangiare la pasta almeno una volta al giorno è anche il consiglio di molti nutrizionisti sia perché i carboidrati complessi stimolano la produzione di serotonina regalando buon umore sia perché gratifica il palato, sazia, è di facile digestione e non ha un indice glicemico eccessivamente alto.
In un programma ipocalorico che fornisca da 1400 a 1600 calorie al giorno, da seguire per un mese almeno, sempre associato ad attività fisica, è dunque possibile perdere 3 chili senza rinunciare al piatto base della dieta mediterranea, ottima gustata sia calda che fredda.
Volendo è possibile sostituire la pasta corta con quella lunga ma anche scegliere pasta di farina integrale o di farro. Ma qual è il trucco? Il condimento.
Vietato usare panna, soffritti, formaggi. Sì a un cucchiaino di olio crudo a fine cottura che fornisce 88 calorie, pomodoro fresco e basilico, pasta con cime di rapa lessate, vongole, seppie, gamberi, spinaci, zucchine, peperoni. Largo dunque alla creatività, ai colori ma anche alle spezie, dal curry allo zafferano o il peperoncino. I sughi scelti siano sempre leggeri e, se possibile, a base di verdure, per garantire anche tutti gli altri nutrienti nelle giuste proporzioni.

Una dieta bilanciata sarà:
- Colazione: caffè tè o orzo, tre fette biscottate e uno yogurt magro
- Spuntino della mattina e pomeriggio: Un frutto o uno yogurt o un pacchetto di cracker
- Da lunedì a venerdì:
Pranzo: 100 gr di pasta condita come sopra in modo da formare un piatto unico
Cena: 250 gr di pesce o 250 gr di carne che apportano amminoacidi essenziali , una volta la settimana del formaggio magro oppure due uova sode o alla coque, tutto sempre accompagnato da verdure, un frutto e 80gr di pane.
- Il sabato sera vada per la pizza margherita ma a pranzo cercheremo di mangiare 100 gr di carne con pomodori o carote o zucchine o melanzane alla griglia..
La domenica, se lo desideriamo, possiamo sempre mangiare 100 gr di ravioli, anche in questo caso il piatto della sera sarà a base di carne o pesce preparati in modo leggero e perfetto da gustare facendo il pieno di gusto, sali minerali e vitamine
Piatti semplici e nutrienti che soddisfano linea e la tradizionale dieta mediterranea insieme.

Luisa Maria Carretta
© Opera protetta da licenza C.C.

Pasta nelle diete e alimentazione

Pasta nelle diete e alimentazionePasta nelle diete e alimentazionePasta nelle diete e alimentazionePasta nelle diete e alimentazionePasta nelle diete e alimentazionePasta nelle diete e alimentazionePasta nelle diete e alimentazione

Commenti dei lettori

(Inserisci un commento - Nascondi commenti anonimi)
  • Chiara

    12 Jun 2009 - 18:45 - #1
    0 punti
    Up Down

    Io lo provo. Mi ha convinto quando l’ho visto sulla tv. Ho trovato Alli su Labosalute . Qualcuno conosce questo sito prima di fare un ordine?
    Grazie – Sto cercando una risposta in ogni modo :)