Questo sito contribuisce alla audience di

Settembre celebra la Giornata Mondiale per il Cuore 2009

Dopo i dati sulle malattie cardio-celebro-vascolari focus sulla terapia ma anche prevenzione quotidiana per aiutare il cuore con sport, stile di vita salutare e le strategie dietetiche più efficaci nella prevenzione della coronaropatia

giornata per il cuore 2009

Le malattie cardiovascolari rappresentano una delle prime cause di morte nel nostro paese senza contare che chi sopravvive a un attacco cardiaco diventa, nella maggior parte dei casi, un malato cronico. Partiamo da qui. Dai dati sull’incidenza di infarto che purtroppo toccano tutte le regioni italiane e che incidono per 16 miliardi di € l’anno in costi diretti proprio per il fatto di essere malattie invalidanti.

Il cuore, la sua salute e la nostra vita hanno bisogno di grande attenzione ed è anche per questo che da anni il World Heart Federation (WHF), World Health Organisation (WHO), UNESCO, l’International Year of Sport and Physical Education e, per l’Italia, la Fondazione Italiana per il Cuore, organizzano una campagna mondiale di attenzione, anche grazie al sostegno del Ministero della Salute e numerosi altri enti, che ques’anno si svolgerà il 27 Settembre e che terrà aperte le Cardiologie di molte Università italiane.

Ma quali sono i fattori a rischio?

    - L’aumento di colesterolo nel sangue ( ipercolesterolemia)
    - Ipertensione arteriosa
    - Aumento di peso, obesità
    - Sedentarietà
    - Diabete,
    - Fumo
    - Genere, età, familiarità

La buona notizia è che tenere sotto controllo questi fattori di rischio significa vivere di più e meglio e lo strumento principe, per raggiungere il benessere, è l’alimentazione.

Quali sono dunque le strategie dietetiche più efficaci nella prevenzione della coronaropatia?

    - sostituire i grassi non saturi non idrogenati con grassi-trans e saturi
    - aumentare il consumo di acidi grassi omega-3
    - consumare una dieta ricca di frutta, verdura, noci, grano integrale, e povera di prodotti raffinati di derivanti dal grano.

Dieta sana quindi, se mediterranea ancora meglio, ricca di pesce. Secondo gli esperti infatti una buona ricetta salvacuore prevede per le persone sane l’assunzione di pesce almeno due volte la settimana per assicurarsi circa mezzo grammo al giorno di omega-3, mentre per chi ha già avuto incidenti cardiovascolari è necessario aggiungere al pesce degli integratori farmacologici.
Diete per il cuore, moderando la quantità di grassi per condire e cucinare.
Diete equilibrate per la prevenzione di diabete e infarto, scegliendo alimenti di qualità e in quantità moderata, cercando di adottare uno stile di vita attivo per mantenere sotto controllo il peso, ridurre lo stress e vivere liberi e sereni.
Chi ama la vita… ascolta il cuore..

Luisa Maria Carretta
© Opera protetta da licenza C.C

Nel video, l’intervista al Professore Salvatore Novo del Policlinico di Palermo. Servizio realizzato dalla giornalista Alessia Cannizzaro in occasione della Giornata 2008.

e in più: Giornata del cuore 2006
e Giornata del cuore 2009 PDF

L'alimentazione per il cuore

L'alimentazione per il cuoreL'alimentazione per il cuoreL'alimentazione per il cuoreL'alimentazione per il cuoreL'alimentazione per il cuoreL'alimentazione per il cuore

Commenti dei lettori

(Inserisci un commento - Nascondi commenti anonimi)
  • gaetano

    27 Sep 2009 - 20:24 - #1
    0 punti
    Up Down

    belle parole ma il mio medico non fa prevenzione di nessun genere perche dice :dobbiamo far risparmiare alle asl queste spese troppo onerose(si ma intanto lui per questo motivo prende premi dalle asl per questo)