Questo sito contribuisce alla audience di

Dieta e salute: le mosse vincenti dopo le feste!

Mal di testa, sonnolenza, gastrite. Non solo la dieta ma anche la salute è a rischio dopo le feste. Acqua per eliminare le tossine, dieta con apporto calorico ridotto, semplicità dei piatti e, ultimo ma altrettanto importante, il movimento, sono queste le mosse vincenti dopo le feste!

Dieta per le feste

Ho mangiato troppo, direte voi. Colpa di panettoni, cotechini e alcolici dico io. Ed è questo il punto. Inutile girarci intorno o far finta di niente. Le magliette corte e i pantaloni a vita bassa non mentono e quei quattro chili in più sono il segno che i buoni propositi, tra Natale e capodanno si sono “arresi” al fattore festa in un tourbillon di brindisi che sarà da smaltire al più presto.

Eppure, ingrassare troppo, non è solo una questione legata al mangiare. In genere, anche per via del freddo, si tende a restare a casa, davanti alla tv, ma c’è anche chi ha preferito andare al cinema e se si sono trascorse le feste in montagna è probabile che, quest’anno, si sia sciato ben poco per via della scarsità di neve. Troppe calorie, poco movimento e i jeans non entrano più. Oltre all’aumento ponderale, entrano poi in gioco anche altri fattori: mal di testa, scarsa attenzione, gastrite, dispepsia, colon irritabile, disturbi del sonno. Che fare?

    *Se la causa del malessere è proprio lo squilibrio alimentare sarà bene cominciare proprio dal frigorifero eliminando gli “avanzi” per sostituirli con verdura di stagione: cicoria, bieta, cavoli ma anche verdure fresche, magari cotte a vapore e condite con un cucchiaino di olio extra vergine d’oliva, devono essere presenti in ogni pasto.
    *Fate attenzione alla carne: mangiarla due, tre volte alla settimana è più che sufficiente. Anche in questo caso sarà bene prediligere del prosciutto cotto o del petto di pollo e in ogni caso carni magre, da cucinare magari alla griglia, senza l’aggiunta di grassi e sale.
    *Tra gli alimenti più indicati troviamo anche il pesce, ideale per mantenersi leggeri a tavola, che fornice proteine nobili, iodio, grassi omega, cotto sempre al forno o al vapore.
    *Ottime anche le ricotte magre o gli yogurt a metà mattinata e di pomeriggio, sempre utili per il buon funzionamento dell’organismo.

L’ideale sarebbe una dieta da 1200 Kcal per qualche giorno e, per correggere lo squilibrio alimentare, la prima soluzione è sempre e comunque l’acqua. Largo dunque alle zuppe nell’alimentazione, che sono sempre nutrienti e digeribili, oltre a infusi, tè verde e tisane dopo i pasti che favoriscono l’eliminazione del gonfiore addominale o di quelle drenati, lontano dai pasti, che favoriscono l’eliminazione dei liquidi in eccesso.
Acqua per eliminare le tossine, una dieta con l’apporto calorico ridotto, semplicità dei piatti e, ultimo ma altrettanto importante, il movimento che ci aiuta a mantenere o aumentare la massa magra e bruciare le calorie in eccesso.

Di prima mattina o la sera, magari prima di cena, dedicarsi 30 minuti in una camminata a passo veloce significa scaricare le tensioni. E se desideriamo anche divertici insieme a chi ci vuol bene ci sono anche bicicletta, pattini, sci e nuoto per restare lontani dalla tv e iniziare a correggere le abitudini alimentari anche dei più piccoli.

Luisa Maria Carretta
© Opera protetta da licenza C.C

Gallery: A dieta dopo le feste!

A dieta dopo le feste!

A dieta dopo le feste!A dieta dopo le feste!A dieta dopo le feste!A dieta dopo le feste!A dieta dopo le feste!A dieta dopo le feste!