Questo sito contribuisce alla audience di

Diete per dimagrire. A che prezzo?

Quanto costa dimagrire? Tra diete, cibi light, prodotti per il fitness, pillole dimagranti, DVD o conta calorie si stima che è possibile spendere di migliaia di euro. Eppure nei centri pubblici il costo, se paragonato a programmi famosi, è zero. O quasi.

Dimagrire a che prezzo?

Scocca il 2010 e tra baci e brindisi arrivano tutti i buoni propositi a cominciare dall’alimentazione. E per le donne che amano sentirsi bene, e già intravedono l’arrivo della primavera, scatta la ricerca di una dieta adeguata.
Ormai da diversi anni, quello delle diete, è diventato un vero e proprio mercato con un giro d’affari vorticoso destinato ad una popolazione sempre più attenta alla salute. Seppur in calo, i risultati delle società coinvolte nel “dimagrire” sono sempre stellari. Ma quanto può costare perdere qualche chilo? Se lo sono chiesti alla BBC e i risultati dell’indagine parlano chiaro: tra diete, cibi light, prodotti per il fitness, pillole dimagranti, DVD o conta calorie si possono spendere da 5 a 10.000$.
Purtroppo, la ricerca indica che il 95 % del peso viene riguadagnato entro tre anni. Al di làdi questo periodo, il tasso di fallimento è ancora più alto . In quanto ai prezzi, và detto che sono state prese in considerazione le diete più famose e che variano a seconda dei programmi scelti:

    Weight Watchers: costo medio mensile è di 700$. Circa 90$ al Kg. Il programma incoraggia dieta equilibrata e modifiche comportamentali, l’attenzione ai cibi sani con particolare attenzione alla parte di controllo, il sostegno, l’esercizio fisico e l’atteggiamento. Sono inclusi anche gli incontri di gruppo settimanali, l’accesso al sito web di Weight Watchers.

    Nutrisystem: costo medio mensile 529$. No vi è alcun conteggio di calorie, carboidrati o punti e i pasti vengono recapitati direttamente a casa.

    Atkins: il primo mese 40$. Dal secondo mese in poi il costo medio è di 948$.

Generalizzare sarebbe un errore e non c’è dubbio che questi programmi, se seguiti in maniera continuativa, portano dei vantaggi. Al di là dell’efficacia, và ricordato che l’alimentazione equilibrata dovrebbe essere sempre realizzata “su misura” ed è per questo che rivolgersi al medico, ad uno specialista o al dietologo, è il primo passo per volersi bene. In termini nutrizionali, le ricerche parlano chiaro: la dieta migliore consiste nel mangiare meno calorie di quante se ne spendano. In quanto ai costi effettivi le strutture pubbliche ed i centri dietologici negli Ospedali, sono validissimi strumenti di prevenzione e offrono la promozione della salute a costi quasi irrisori se paragonati a programmi ben più famosi. Come a dire, dimagrire a tutto vantaggio della salute e del portafoglio.

Luisa Maria Carretta
© Opera protetta da licenza C.C

e la gallery: diete per dimagrire

Diete per dimagrire

Diete per dimagrireDiete per dimagrireDiete per dimagrireDiete per dimagrireDiete per dimagrireDiete per dimagrire