Argomenti correlati

  • Pancetta? A prova di Risonanza Magnetica!

    Presso l’istituto di Fisiologia Clinica del Cnr di Pisa è stato sviluppato uno strumento software chiamato Hippo Fat, che consente la misura automatica della distribuzione del grasso addominale in organi quali l’intestino, lo stomaco e la milza, tramite l’utilizzo di immagini MRI. “Lo strumento, unico fino ad oggi nel suo genere, permette di calcolare accuratamente e in maniera rapida la misurazione del grasso nel paziente, per poter valutare in modo efficace e riproducibile i fattori di rischio”,

  • Dimagrisci con il Cacao!

    La preziosa azione dell'alimento troverebbe spiegazione nella capacità di inibire alcuni geni addetti alla trasformazione del cibo in grasso e, nello stesso momento, di attivarne altri che consentono di "sciogliere" quelli già accumulati nel corpo. Per quanto riguarda l'inibizione dei geni addetti al metabolismo dei grassi, l'esame microarray del Dna ha poi evidenziato che tale "blocco" provoca la mancata produzione di enzimi coinvolti nella produzione dei grassi che si accumulano nell'organismo.

  • Meno Grassi, Stessi Rischi

    Una dieta povera di grassi e ricca di frutta, verdura e cereali non riduce in modo significativo il rischio di carcinoma della mammella, tumori del colon retto e malattie cardiovascolari nelle donne in post menopausa.