Questo sito contribuisce alla audience di

La guida risponde

0 Vota

Peso ideale o desiderabile

Domanda

Gentile Dr. Carretta, complimenti per la Sua rubrica, Sono biologo, ed ultimamente mi interesso di nutrizione. Fino ad ora mi sono documentato in modo autonomo, ma a breve frequenterò un Master in Nutrizione che sperò possa approfondire la mia preparazione in questo campo. Avrei un quesito da chiederle. Pur avendo fatto varie ricerche bibliografiche ed in rete, non sono riuscito a trovare una risposta adeguata. Vorrei sapere come calcolare il peso ideale o desiderabile per i soggetti in sovrappeso od obesi, in un'età compresa fra i 3 e i 18 anni. La ringrazio in anticipo della cortese risposta che Vorrà fornirmi. Cordialità. Dr. Morandini

Risposta

Gentile dott. Morandini,

Grazie questa domanda e grazie anche per avvicinarsi a questa guida che è del tutto gratuita e che è nata in realtà per volere di mia figlia… entrando spesso su internet si è trovata in contatto con ragazzi che confondono le diete e che si scambiano pericolose informazioni per essere magri senza tenere conto dei rischi che corrono…

In età pediatrica e più in generale nell’età dello sviluppo il problema del peso è più complesso.
Il metodo migliore per rilevare il peso ideale dell’adolescente è quello dell’IMC.

L'IMC
si calcola dividendo il peso corporeo per il quadrato dell'altezza corporea, e cioè: IMC = Peso / Altezza2.

Come spiegato nel brevissimo intervento
lo svantaggio
di questa formula è che non tiene in considerazione né il sesso né l'età della persona, non esiste ad esempio un criterio basato sull'IMC che permetta di distinguere i bambini sottopeso da quelli normopeso ecco perché la valutazione deve essere effettuata unicamente dal pediatra ed ecco perché, a questo valore, si devono aggiungere altri importanti elementi quali il sesso, la struttura corporea la percentuale di massa grassa e quella di massa magra, il quadro ormonale, la costituzione fisica dell'individuo, il tipo di alimentazione, le condizioni ambientali e naturalmente l’attività fisica.

Ma per formulare una dieta adeguata il dietologo si serve anche di altri parametri specifici quali le curve di crescita, oltre che alcuni strumenti quali il plicometro (strumento che misura lo spessore del grasso sottocutaneo) o l'impedenziometro (determina l'acqua corporea e per differenza si valuta la massa grassa corporea).

In linea del tutto generale il fabbisogno dietetico giornaliero, inteso come calorie e nutrienti specifici, non dovrebbe mai essere al di sotto delle 2000 Kcalorie all’interno di una programmazione alimentare che educhi il ragazzo all’alimentazione ed a uno stile di vita più attivo e salutare possibile.

Mi auguro di esserle stato d’aiuto e la incoraggio a seguire gli studi con questo spirito e questo interesse
Un cordiale saluto anche a lei

Pier Domenico Carretta

E-MAIL - 15 anni e 2 mesi fa
Registrati per commentare