Questo sito contribuisce alla audience di

Ultimi interventi

prossimi 10 »
  • Le addizionali regionali

    Cosa sono e in che modo devono essere pagate.

  • Come si legge la busta paga

    In sintesi le voci più significative che compongono la busta paga

  • La totalizzazione dei contributi

    La totalizzazione consente ai lavoratori che, nel corso della propria vita, hanno svolto attività diverse e sono stati iscritti a più gestioni pensionistiche, di ottenere un'unica pensione (di vecchiaia, di anzianità, di inabilità o ai superstiti) sommando i diversi periodi contributivi, che non devono coincidere.

  • I contributi figurativi

    I contributi figurativi sono utili sia per raggiungere il diritto alla pensione sia per calcolarne l'importo.

  • Contributi da riscatto, cosa sono e chi può richiederli

    Il riscatto può essere richiesto all'Inps da tutti i lavoratori dipendenti e autonomi (artigiani, commercianti, coltivatori diretti, mezzadri e coloni), da quelli iscritti ai fondi speciali e da quelli iscritti alla Gestione separata (collaboratori coordinati e continuativi, venditori a domicilio,liberi professionisti senza Cassa di categoria).

  • Il superminimo assorbibile

    Di solito, nella lettera di variazione retributiva o di assunzione, si specifica appositamente che il superminimo costituisce anticipazione di futuri aumenti derivanti dai contratti collettivi.

  • Le regole del conguaglio fiscale

    Più elevato è il reddito più elevata è l’imposta pagata.

  • Regolamentazione del lavoro notturno

    È considerato lavoro notturno la prestazione effettuata per un periodo di almeno sette ore consecutive che comprende l’intervallo di tempo tra la mezzanotte e le cinque del mattino.

  • Il lavoro straordinario

    Si intende per straordinario l’ora eccedente il limite di legge di 40 ore settimanali. Il limite è di 250 ore annuali, salva diversa previsione dei CCNL.

  • Assegni familiari e detrazioni per carichi familiari.

    L’assegno per il nucleo familiare consiste in un importo erogato dall’INPS, attraverso il datore di lavoro, sulla base della composizione del nucleo familiare e del reddito del nucleo.