Questo sito contribuisce alla audience di

indagini difensive:nuove regole

La nuova legge sulle indagini difensive

Con la nuova legge sulle indagini difensive si è fatto un passo avanti verso la parità tra accusa e difesa, la legge è stata approvata ma non ancora pubblicata, vediamone i punti principali:

-Facoltà per il difensore di svolgere indagini, anche con l’aiuto di investigatori privati, per individuare prove a favore dell’assistito sin dal momento dell’incarico professionale
-Incompatibilità con il ruolo di testimone per il difensore che abbia svolto indagini nel medesimo procedimento
-Esclusione del difensore dall’obbligo di denuncia dei reati di cui sia venuto a conoscenza nel corso dell’attività investigativa
-Facoltà di esame del materiale sequestrato
-Possibilità di ricevere o sollecitare dichiarazioni dalle persone in grado di riferire circostanze utili per le indagini
-Facoltà di richiedere informazioni anche a persone detenute dietro via libera da parte della magistatura
-Vincoli alla possibilità di interrogare persone già sentite dalla polizia giudiziaria e, comunque, obbligo di avvertimento dell’avvocato difensore nel caso si debba interrogare una persona sottoposta a indagine o coimputata
-Rischio di detenzione fino a 4 anni per chi dichiara il falso a un avvocato
-Intervento del pubblico ministero che fissa l’audizione obbligatoria per la persona informata dei fatti che si sia avvalsa della facoltà di non rispondere alle domande dell’avvocato
-Possibilità di richiedere informazioni direttamente alla pubblica amministrazione
-Attribuzione della possibilità di accesso a luoghi privati o aperti al pubblico dietro autorizzazione del magistrato
-Acquisizione del risultato delle indagini al fascicolo del difensore
-Integrazione dell’attività investigativa difensiva anche dopo l’emissione del decreto che fissa il giudizio
-Punizione fino a un anno di reclusione per chi riveli segreti su un procedimento penale.