Questo sito contribuisce alla audience di

I "Business Angel"

La possibiità di ottenere contemporaneamente un finanziamento ed una preziosa consulenza

untitled

Il finanziamento delle piccole e medie imprese in Italia e’ sempre stato particolarmente
problematico, a causa soprattutto della scarsa propensione del risparmiatore ad investire
in obbligazioni ed azioni di aziende private, e del difficile accesso al credito bancario.

Uno dei modi per superare queste difficoltà potrebbe essere il ricorso ai BUSINESS
ANGELS .

Questa è una figura nata negli anni Ottanta in Inghilterra ed Olanda, e serve
per mettere in contatto la domanda e l’ offerta di capitale di rischio.

Quest’ ultima però deve provenire da persone aventi fondi da investire e grande
esperienza gestionale alle spalle.

Il ruolo di questo finanziatore, l’ Angel secondo la definizione inglese, infatti è
non solo capitalizzare l’ azienda ma anche valorizzarla attraverso i suoi suggerimenti,
particolarmente utili nella fase dello start-up dell’ azienda.

L’ Angel in cambio dovrebbe ottenere una partecipazione all’ utile aziendale ed in seguito
cedere la sua quota, e quindi uscire dall’ impresa .

Ma il condizionale è d’ obbligo, perchè non è escluso che l’ Angel
usi il suo capitale e la sua esperienza per prendere il controllo dell’ azienda, trasformandosi
da consulente-finanziatore dei promotori del business, a manager .

Gli Angels si organizzano in reti locali conosciute come B.A.N. (Business Angels Network)
, aventi lo scopo di incontrare imprenditori che necessitano di fondi .

Queste reti locali possono essere : regionali, tematiche, oppure telematiche e devono :

- assistere alla redazione del business plan

- fungere da intermediario tra imprenditore e l’ Angel

- consigliare l’ imprenditore nelle sue decisioni

- identificare i Business Angels della propria zona .

Gli Angels possono essere solamente persone fisiche, e possono anche creare i B.A.N. ,
che comunque possono essere istituiti anche da Camere di Commercio, Business Innovation
Centre (B.I.C.), associazioni industriali, agenzie di sviluppo locale, banche, agenzie per il
lavoro, società di consulenza, studi di avvocati commercialisti, ecc. .

Nel 1999 è stata creata E.B.A.N. ( European Business Angels Network) a cui ha
aderito anche l’ associazione italiana che raggruppa le reti B.A.N. , I.B.A.N. , costituita
nel 1999.

In Italia l’ attuazione di questo progetto finora non ha avuto molto successo, ma occorre
tener presente che questa fase è iniziata solo un paio di anni fa , ed una
sua espansione potrebbe favorire lo sviluppo delle piccole e medie imprese e togliere
alle banche quel monopolio di fatto che si è creato sul mercato del credito.

AntonioMarinelli

antonio.marinelli78@libero.it