Questo sito contribuisce alla audience di

DECRETO-LEGGE 21 maggio 2003, n. 111

untitled DECRETO-LEGGE 21 maggio 2003, n. 111 in Gazzetta Ufficiale N. 117 del 22 Maggio 2003 Proroga delle disposizioni che consentono ospitalita’ e protezione temporanea per taluni palestinesi. IL[...]

untitled

DECRETO-LEGGE 21 maggio 2003, n. 111

in Gazzetta Ufficiale N. 117 del 22 Maggio 2003

Proroga delle disposizioni che consentono ospitalita’ e protezione temporanea per taluni palestinesi.

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Visti gli articoli 77 e 87 della Costituzione;

Viste le decisioni intervenute nell’ambito dell’Unione europea;

Ritenuta la straordinaria necessita’ ed urgenza di prorogare al 31

dicembre 2003 il termine di 12 mesi previsto dal decreto-legge 22

maggio 2002, n. 97, convertito, con modificazioni, dalla legge 19

luglio 2002, n. 141, recante misure urgenti per assicurare

ospitalita’ temporanea e protezione ad alcuni palestinesi;

Vista la deliberazione del Consiglio dei Ministri, adottata nella

riunione del 16 maggio 2003;

Sulla proposta del Presidente del Consiglio dei Ministri e del

Ministro dell’interno, di concerto con i Ministri degli affari esteri

e dell’economia e delle finanze;

E m a n a

il seguente decreto-legge:

Art. 1.

1. Il termine previsto dall’articolo 1, comma 1, del decreto-legge

22 maggio 2002, n. 97, convertito, con modificazioni, dalla legge 19

luglio 2002, n. 141, e’ prorogato al 31 dicembre 2003.

Art. 2.

1. All’onere derivante dall’attuazione del presente decreto,

determinato nella misura di 400.000 euro per l’anno 2003, si provvede

mediante corrispondente riduzione dello stanziamento iscritto, ai

fini del bilancio triennale 2003-2005, nell’ambito dell’unita’

previsionale di base di parte corrente «Fondo speciale”» dello stato

di previsione del Ministero dell’economia e delle finanze per l’anno

2003, allo scopo parzialmente utilizzando l’accantonamento relativo

al medesimo Ministero.

2. Il Ministro dell’economia e delle finanze e’ autorizzato ad

apportare, con propri decreti, le occorrenti variazioni di bilancio.

3. Si osservano, in quanto applicabili, le disposizioni

dell’articolo 17 del decreto-legge 15 gennaio 1991, n. 8, convertito,

con modificazioni, dalla legge 15 marzo 1991, n. 82.

Art. 3.

1. Il presente decreto entra in vigore il giorno successivo a

quello della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della

Repubblica italiana e sara’ presentato alle Camere per la conversione

in legge.

Il presente decreto, munito del sigillo dello Stato sara’ inserito

nella Raccolta ufficiale degli atti normativi della Repubblica

italiana. E’ fatto obbligo a chiunque spetti di osservarlo e di farlo

osservare.