Questo sito contribuisce alla audience di

Ultimi interventi

prossimi 10 »
  • La Giurisprudenza.it, una nuova rivista telematica di giurisprudenza italiana

    E’ da poco on line La Giurispudenza.it una nuova rivista telematica che si prefigge lo scopo di fornire una rassegna della più recente giurisprudenza italiana. Di ogni sentenza, sia di legittimità[...]

  • Patto di prova e prova preassuntiva

    Nota a Corte di Cassazione, sentenza n. 8463/2007.

  • Corte di Cassazione, sez. Unite, sentenza n. 13904 del 23.07. 04

    Nei procedimenti disciplinari a carico di magistrati, l'accertamento compiuto dalla Sezione disciplinare, la materialità dei fatti contestati all'incolpato e la loro idoneità a ledere la considerazione di cui deve godere il magistrato ed il prestigio dell'ordine giudiziario non è suscettibile di ulteriore apprezzamento in sede di legittimità, essendo precluso alla Corte di cassazione il riesame dei fatti e del risultato istruttorio, la valutazione dei quali spetta esclusivamente al giudice disciplinare, unico giudice di merito, che ha l'obbligo di dare una motivazione adeguata ed esente da vizi logici e giuridici.

  • Corte di Cassazione sentenza n. 15484 dell'11 agosto 2004,

    Atti astrattamente qualificabili di ordinaria amministrazione se compiuti nel normale esercizio di una impresa in bonis possono, invece, assumere un diverso connotato se compiuti nell'ambito di una procedura concordataria laddove gli stessi dovessero investire interessi del ceto creditorio. La stipula di un contratto di locazione, in particolare, potrebbe dar luogo proprio a siffatta ipotesi.

  • Cassazione Civile, Sez. Lavoro, 10 agosto 2004, n. 15446

    Il giustificato motivo di esonero del lavoratore dall'obbligo di reperibilità a visita di controllo - che esclude la decadenza dal trattamento economico di malattia di cui all'art. 5 comma quattordicesimo del decreto legge n. 463 del 1983, convertito nella legge n. 638 del 1983 - pur non identificandosi con il concetto di forza maggiore, presuppone tuttavia un impedimento assoluto imputabile a causa ineluttabile.

  • Corte di Cassazione, Sez. Unite, sentenza n. 12270 del 5 luglio

    Il requisito per l’ottenimento del beneficio delle prestazioni periodiche di assistenza sociale per invalidità civile, se sopravvenuto in corso di causa, anziché coincidere con quella, di cui all'art. 3, quarto comma, della legge n. 18 del 1980, e cioè dal primo giorno del mese successivo a quello nel quale è stata presentata la domanda, decorre dal momento del suo effettivo sopraggiungere.

  • Corte di Cassazione sentenza n. 13763 del 22 luglio 2004

    Quando non sia possibile l'uso diretto della cosa comune per tutti i condomini, proporzionalmente alla loro quota, i condomini possono deliberarne l'uso indiretto, a maggioranza, tramite atto di ordinaria amministrazione.

  • Corte di Cassazione sentenza n. 10742 del 5 giugno 2004

    Azione Di Disconoscimento Della Paternita' - Limiti Posti Alla Prova Con I Test Genetici - Questione Di Legittimita' Costituzionale Dell'art. 235 Cod. Civ.

  • Corte di Cassazione sentenza n. 12129 del 2 luglio 2004

    Ai sensi del vigente art. 164, co. 3 cod. proc. civ., il vizio della citazione di cui all'art. 163 bis cod. proc. civ., al pari di quello derivante dalla mancanza dell'avvertimento previsto dal punto 7 dell'art. 163 è sanato dalla costituzione del convenuto solo se questi, costituendosi, non faccia richiesta di fissazione di una nuova udienza nel rispetto dei termini, poichè in tal caso il giudice è tenuto ad accogliere la richiesta del convenuto.

  • Corte di Cassazione sentenza n. 11600 del 22 giugno 2004

    Con riferimento alla locazione di terreni da adibire a campeggi, non è applicabile il più lungo termine di durata non inferiore a nove anni stabilito dal terzo comma dell'art. 27 della legge n. 392 del 1978 per la diversa ipotesi della locazione di immobili urbani adibiti ad attività alberghiera