Questo sito contribuisce alla audience di

Cassazione civile sez. I, 4 settembre 1991 n. 9365,

La responsabilita' risarcitoria del giornalista, per la lesione dell'altrui reputazione....
gpages30410
La   responsabilita’  risarcitoria del  giornalista, 
per  la lesione dell’altrui reputazione con la diffusione di una notizia
non conforme al  vero,  puo’  restare  esclusa, 
in relazione  all’esimente  della cosiddetta verita’ putativa,
cioe’ della convinzione circa la verita’ della  notizia  stessa
in  buona fede (previo vaglio degli elementi a disposizione 
con  diligenza proporzionale  alle circostanze del caso concreto), 
solo  se il  fatto  sia  anteriore al  momento 
in cui il danneggiato,   avvalendosi  del  diritto  
di   rettifica,  smentisca comportamenti  addebitatigli, 
dopo   tale  rettifica, ancorche’  non accompagnata  
da  esibizione od  indicazione  di  prove a  conforto,
l’insistenza   del  giornalista   nell’originaria  
versione  non  e’ giustificabile,  in difetto  di 
un  accurato controllo,  con tutti i mezzi d’indagine disponibili,
del contenuto della rettifica medesima. 

a)giurisprudenza

Ultimi interventi

Vedi tutti