Questo sito contribuisce alla audience di

Legge n. 633 del 1941

Protezione dei diritti d'autore
gpages30517
Definiamo innanzi tutto cosa è la proprietà intellettuale
ed i diritti d’autore. Abbiamo visto che , come ovvio, ognuno di noi è
responsabile di quello che dice e che fa e che  quindi, se l’azione
gli appartiene e ne deve rispondere, è conseguente un diritto di
possesso insito in essa. Pago il divieto di sosta per la mia macchina ma
non certo per la macchina di un altro…

Vediamo come la legge sancisce questo ovvio diritto.

Se affermo in una pagina, pubblicata in uno qualunque dei media attuali,
che la terra non è al centro dell’universo ma orbita intorno ad
un sole … la mia affermazione non ha ne i caratteri della novità
scientifica ( sono un po in ritardo) ne della originalità della
idea .. non si vede quindi cosa la legge debba salvaguardarmi! Queste cose
fanno ormai parte del patrimonio comune della intera umanità e non
danno origine a diritti “personali”

Comunque potrebbe essere scritta in una forma espositiva originale
ed in tale caso scatterebbero comunque i diritti d’utore. Banalizzando
la cosa … le poesie, le canzoni , gran parte dei libri non dicono cose
originali ma parlano di sentimenti, di idee, di aspirazioni ,.. comuni
a tutti gl uomini sin dalle origini, quella che va protetta non è
l’idea ma come viene espressa

Guernica, l’Urlo  non sono grandi per l’idea di fondo che esprimono,
l’odio alla guerra, i problemi esistenziali,.., comuni a tutti ( o quasi)
gli uomini  ma per come lo dicono. 

Quindi la legge salvaguarda sia  l’originalità dell’idea,
sia  la sua novità, rispetto al sapere comune,  e infine
anche  la forma in cui è espressa.

La legge che salvaguarda i diritti d’autore è la n. 633 del
1941 e successive modificazioni

La legge è riportata integralmente su molte pagine di internet
e potete trovarla agevolmente    
Vediamo adesso quali sono gli articoli più significativi in una
prima sommaria   suddivisione e relativamente all’universo di
internet 

Opere protette
  Art. 1 “…..le opere dell’ingegno di carattere creativo che
appartengono alla letteratura, alla musica, alle arti figurative, all’architettura,
al teatro ed alla cinematografia, qualunque ne sia il modo o la forma di
espressione.

….  i programmi per elaboratore ….. nonché le banche
di dati che per la scelta o la disposizione del materiale costituiscono
una creazione intellettuale dell’autore.
Art. 2…..   le opere letterarie, drammatiche, scientifiche,
didattiche, religiose, …..le opere e le composizioni musicali, con o
senza parole, le opere drammatico-musicali e le variazioni musicali costituenti
di per sé opera originale….le opere coreografiche e pantomimiche,
delle quali sia fissata la traccia per iscritto o altrimenti…… 
della pittura, dell’arte del disegno, della incisione e delle arti figurative
similari, compresa la scenografia…..   i disegni e le opere
dell’architettura….  le opere dell’arte cinematografica, muta o
sonora, ….  le opere fotografiche e quelle espresse con procedimento
analogo a quello della fotografia  ….. i programmi per elaboratore
…… le banche di dati … le opere del disegno industriale che presentino
di per sé carattere creativo e valore artistico.
Art. 3 …. le opere collettive, costituite dalla riunione di opere
o di parti di opere, che hanno carattere di creazione autonoma, come risultato
della scelta e del coordinamento ad un determinato fine letterario, scientifico
didattico, religioso, politico od artistico, quali le enciclopedie, i dizionari,
le antologie, le riviste e i giornali ….
Art. 4 …. sono altresì protette le elaborazioni di carattere
creativo dell’opera stessa, quali le traduzioni in altra lingua, le trasformazioni
da una in altra forma letteraria od artistica , le modificazioni ed aggiunte
che costituiscono un rifacimento sostanziale dell’opera originaria, gli
adattamenti, le riduzioni, i compendi, le variazioni non costituenti opera
originale.

 

Praticamente quasi tutto quello che troviamo su internet, se ha i caratteri
della originalità e della   novità,  sia rispetto
al suo contenuto sia alla forma in cui è espresso, sia alla sua
possibile elaborazione,  appartiene ad una delle categorie sudette
e quindi è salvaguardato dai diritti d’autore.  

 
 

pagina precedente Menu pagina successiva

Ultimi interventi

Vedi tutti