Questo sito contribuisce alla audience di

Weekend al Tenax: 18-19 febbraio 2005

Luca Cassani e Peter Tong ospiti al Tenax di Firenze

venerdì 18 febbraio 2005 - ore 22
TENAX – via Pratese 46 – Firenze
The Cage
Filippo Nardi – Luca Cassani
Venerdì 18 febbraio torna alla consolle di The Cage uno dei protagonisti della stagione Tenax 2004/5: Luca Cassani.
Dj, remixer ma anche producer discografico – Simpson Tune, Simpson 2000… - Luca Cassani ha suonato nei più prestigiosi club europei ed ha collaborato con personaggi come Jenny B. e Giorgio Moroder.
Insieme a Massimo Padovani, Marco Solforetti e agli altri dj resident del venerdì Tenax, Luca ha partecipato alla realizzazione della compilation The Cage, uscita lo scorso dicembre per Tenax Recordings.
A proposito di star Tenax, impossibile non ricordare poi Filippo Nardi, l’altro protagonista della serata, a cui è riservata la consolle del MuM Prive.
Filippo Nardi è da sempre un grande appassionato di musica. Ha vissuto e lavorato a Londra come dj – mitici i suoi set al The Wag nell’ambito dei venerdì “Love”, e alla “Pyramid Nite” dell’Heaven (la più grande sala della capitale inglese) a fianco di big come Carl Cox e Paul Oakenfold – e, come dimostrano le sue performance Tenax, predilige sperimentazione e contaminazione tra generi. Come di consueto, Filippo sarà accompagnato da un musicista.

sabato 19 febbraio 2005 - ore 22
TENAX - via Pratese 46 – Firenze
N o b o d y ’ s P e r f e c t
PETE TONG
Alex Neri
Dj set
Produttore, dj, discografico (700.000 copie, con le compilation…) conduttore radiofonico (BBC… of course, 12 milioni di ascoltatori), Pete Tong incarna tutti i ruoli dell’artista musicale del terzo millennio.
Dopo una “caccia” durata un paio d’anni, Tenax è fiera di presentare, sabato 19 febbraio, la data fiorentina del mitico dj inglese. La cornice è quella del Nobody’s Perfect, ovviamente, e in consolle c’è anche il resident Alex Neri. Insomma, una serata veramente “all star”.

PETE TONG - Nato a Dartford, cresciuto a Rochester è, nella sua adolescenza, contagiato e ispirato dalla scena soul underground di fine anni ‘70. Il primo ingaggio come dj lo ottiene a soli 15 anni. Imprenditore nato, inizia a promuovere band locali, organizzare concerti e suonare musica black, soul e dance in tutti quei club disponibili ad assegnargli una serata. Dopo aver lasciato la scuola compra un furgone e organizza il proprio sound system.
Nel 1979 diviene giornalista del mensile ‘Blues and soul’, ne diventa direttore e riveste tale ruolo fino al 1983. Negli stessi anni lavora per emittenti radio quali BBC, Radio Medway e London.
Successivamente ottiene la sua prima occasione con Radio 1, la più grande radio inglese, presentando nello show di Peter Powell un magazine musicale di 15 minuti di dance music. Radio 1 conferisce al dj una grandissima popolarità.
Pur continuando la sua esperienza radiofonica si occupa della carriera di artisti pop come le Bananarama. Nell’84 è protagonista di un programma radiofonico a radio Invicta (show soul, che condurrà per tre anni) e a Capital Radio (la sua trasmissione settimanale dance diventerà in poco tempo programma culto per i frequentatori dei club di Londra).
Nell’88, periodo della house, lancia la sua etichetta, la FFRR, con l’obiettivo di seguire la nuova onda di musica elettronica proveniente da città come Detroit e Chicago e continuare a promuovere il suo primo amore, la black dance.
Nel ‘91 Pete Tong, suonando house, techno, jungle,hip hop, funky e soul provenienti da Londra e dal mondo, diventa il dj dance inglese più conosciuto. Dopo il soul e il jazz-funk degli inizi, la sua attenzione è adesso per la contaminazione tra più generi musicali.
Grandissimo il suo contributo alla ristrutturazione di Radio 1 nella metà degli anni ‘90.
Conduce per 8 anni ‘Essential Selection’, il più popolare programma dance inglese (vanta più di un milione e mezzo di ascoltatori alla settimana).
Il suo successo, come detto, deve molto all’etichetta FFRR, con cui realizza una serie di compilation che trovano grandissimi consensi di pubblico (oltre 750.000 copie vendute). L’ultima ha visto la partecipazione di Madonna, che appare per la prima volta con una sua canzone in una compilation dance mixata. Negli anni seguenti, Tong lavora per la London Records, appare in diverse trasmissioni televisive e lavora per la ‘Wise Buddah’, compagnia di produzione di programmi radiofonici.
Molte le star che devono gran parte del loro successo a Pete Tong: le Salt’n Pepa, le Shakespear Sister’s, (la hit Stay é stata al top della classifica per 6 settimane nel ‘92), le All Saints, ecc
Di recente ha curato la colonna sonora di alcuni film come Human Traffic e The Beach.
Il tour del 2000 negli Stati Uniti, Ibiza, Cape Town e Johannesbourg riscuote un enorme successo e, ospite della Love Parade di Berlino, sfila con il suo carro davanti a 250.000 persone. Anche il 2001 porta una fittissima agenda di impegni per il dj: da marzo in Tour negli States e successivamente in Sud America. Pete Tong e le sue performance continuano ad avere un ruolo estremamente importante nella scena musicale inglese. Il suo show su Radio 1 ‘The Essential Selection’ è il programma più ascoltato su Internet e attrae complessivamente un’audience di oltre 12 milioni di ascoltatori.

Le categorie della guida

Ultimi interventi

Vedi tutti

Link correlati