Questo sito contribuisce alla audience di

Il martedì del Pineta

Ed è subito estate, piena di luce…

Se di giorno c’è il sole sulla spaggia, di notte ci sono le centinaia di lampadine dei fiabeschi lampadari barocchi del Pineta, in vetro di Murano nero, viola, e turchesi…

Il Pineta s’appresta come sempre a vivere un’esaltante estate con il suo rinnovato look e le sue solite star presenti ogni sera, i suoi vip pronti a riempire i salotti e i divani cangianti di preziose stoffe di velluto rigato, tra riflessi e trasparenze dei suoi cristalli neri, le sculture di design, i grandi vasi di rose bianche, i candelabri d’argento…

Ciò che per altri locali è un eccezione, per il Pineta di Milano Marittima è una consuetudine. Tantissimi gli ospiti vip che si danno appuntamento ogni fine settimana. Mentre fuori ci sono 40°… Dentro nella freschezza, grande energia assicurata dai personaggi più acclamati, i beniamini della tv che al pubblico piacciono tanto… Da Pippo Inzaghi a Fabio Galante, da Giorgio Panariello a Barbara Chiappini e Valeria Marini, da Antonella Mosetti a Massimo Giletti, e poi ancora Lele Mora, Lubamba, Justine Mattera, Mascia Ferri, Antonio Zequila, Pamela Prati, Markus Shakemberg, … (solamente nelle ultime due settimane)

Il martedì del Pineta, come del resto il venerdi e il sabato, è qualcosa di più di una semplice serata in discoteca. Da metà degli anni novanta è il baricentro della vita notturna di un pubblico di quarantenni che ben è abituato a sentirsi a casa nella notte di Milano Marittima come in quella di New York. Specifico per chi ama le feste a tema e la bellezza femminile, la musica r’n’b, la soft-house e la musica commerciale, ma mai banale, selezionata dai D.J. Gianni Morri e Robert-eno alternati alla consolle da tanti ospiti illustri.

Esibirsi, intrecciare relazioni con gli altri o semplicemente ballare questo è il segreto della notte d’hoc. Non solo vip, giornalisti televisivi delle cronache rosa e paparazzi, ma soprattutto un pubblico attento al servizio e che ama incontri culturali che qui vengono spesso organizzati come presentazioni di libri, dischi e films, galà per l’assegnazione di premi, mostre d’arte. Complice del successo l’aspetto architettonico, impeccabile, con le sue linee squadrate, l’acciaio cromato, i divani in pelle bianchi e neri, i cactus e lampadari di vetro nero di murano, sottovetro a far da colonne.

Otto pini veri entrano nel locale dal pavimento e bucano il soffitto per respirare e aprirsi in una rigogliosa chioma. Pineta: esclusivo, cocktail perfetto di eleganza, musica coinvolgente, belle donne, buon servizio. Il titolare Chicco Cangini lo ha plasmato a sua immagine somiglianza, creandosi anche un privè tutto per lui, il “Noir” spazio che ospita sempre vip, il cuore del Pineta. Il priveé più esclusivo che una discoteca possa avere, per una trentina di persone, il club nel club. Alcuni gradini da superare per trovarsi sull’Olimpo e come Zeus poter chiedere ogni cosa e vedere che i desideri diventano ordini!

Le categorie della guida

Ultimi interventi

Vedi tutti