Questo sito contribuisce alla audience di

Gustavo Ottolenghi

Un medico al servizio della documentazione e delle paroel che hanno segnato la storia.

Medico torinese (1932), studioso di storia della seconda guerra mondiale, da anni prosegue nel lavoro di documentazione dei Lager nazisti e della ricostruzione documentata di storie di deportazione.

Dopo La mappa dell’inferno: tutti i luoghi di detenzione nazisti dal ‘33 al ‘45″ (1993) e Arbeit Macht Frei, nel quale documenta lo sfruttamento di circa 650.000 schiavi in oltre 2.500 aziende tedesche dal ‘39 al ‘45 ” dei quali centinai di Tedeschi, ben essendo a conoscenza, si sono fatti complici condividendo una responsabilità collettiva, ha redatto il Dizionario del nazismo (1995) e Storia postale dell’anitsemitismo nazista: 1933-1945 (insieme a Gianfranco Moscati), oltre a Taranto: la pearl harbor italiana

Bibliografia di Gustavo Ottolenghi

La mappa dell’inferno. tutti i luoghi di detenzione nazisti dal ‘33 al ‘45″, Carnago, SugarCo Edizioni, 1993, 239 p.

Arbeit Macht Frei: le industrie del Terzo Reich che sfruttarono la mano d’opera coatta dei prigionieri dei campi di concentramento, 1933-1945, Carnago, SugarCo Edizioni, 249 p. , ISBN: 978887198388, € 16,53, acquistabile on-line.

Dizionario del Nazismo, Carnago, SugarCo, 1995, 127 p..

(con Gianfranco MOSCATI, Gianfranco) Storia postale dell’antisemitismo nazista: 1933-1945 = Postal history of the nazi-antisemitism: 1933-1945. Carnago: SugarCo, 1996, 189 p..

Taranto: la pearl harbor italiana Carnago, SugarCo Edizioni, 2003, 280 p., acquistabile on-line.

 

***

Per essere sempre informato iscriviti alla newsletter di dizionari

Collabora con noi: Dati i continui cambiamenti dei collegamenti e quindi l’impossibilità di controllare costantemente tutti i link segnalati, vi sono grata se mi vorrete segnalare eventuali malfunzionamenti.