Questo sito contribuisce alla audience di

I semi-bilingue

Quante volte avete sentito dire: “Non traducete, pensate direttamente nella lingua d’arrivo?” E quante altre un dizionario monolingue vi ha buttato nello sconforto più totale invece di aiutarvi?

La didattica delle lingue ne ha fatti di passaggi, uno di questi era sicuramente costituito da quello che è stato definito il Metodo Diretto, ovvero l’apprendimento della lingua con le stesse modalità della lingua madre.

Ovviamente non stiamo qui a discutere la validità e i limiti di questo metodo, ma il fatto che implichi l’uso esclusivo dei dizionari monolingui.

La qualcosa ha dimostrato nel tempo, che oltre ad avere un lessico limitato, i dizionari monolingue di apprendimento sono se possibile evitati a favore dei monolingui, che comunque continuano a mantenere il grande limite delle ambiguità dei tralucenti, spesso usati impropriamente nel passaggio da una lingua all’altra.

Per ovviare a ciò alcune case editrici come ha fatto la Kernerman con i dizionari PASSWORD hanno ideato dei dizionari semi-bilingue che forniscono solo la traduzione dell’entrata, seguita comunque da definizioni in lingua. Con il conseguente vantaggio che non si creano ambiguità d’uso delle parole, e gli studenti sono spinti contemporaneamente alla lettura e quindi alla comprensione in lingua.