Questo sito contribuisce alla audience di

Lo Zoo Di 105 - Dieci anni in diretta, ora sono in mutande

Lo Zoo di 105 (quasi) senza veli in manifesti e spot per cinema e tv: il nostro compleanno lo festeggiamo così

MILANO - E’ il programma più seguito del pomeriggio radiofonico, il più citato nelle chat e nei blog delle community del web. E, di certo, il più dissacrante. Lo Zoo di 105 festeggia i dieci anni di vita. Una lunga parentesi iniziata a New York dove Marco Mazzoli e Gilberto Penza, meglio conosciuto come Gibba, conducevano «105 NY». Fu all’ombra della grande mela che si sviluppò l’idea del programma che debuttò poi nel settembre 1999. Si è parlato più volte della chiusura dello Zoo, che probabilmente è anche il programma più querelato della radio italiana, con qualcosa come 170 azioni legali intentate nei suoi confronti da aziende e personaggi più o meno vip che non hanno gradito lo sbertucciamento in fm durante gli scherzi telefonici, le gag e le parodie che hanno fatto il successo del programma. Ma sono passati dieci anni e il posto in palinsesto non sembra toglierglielo nessuno.

TUTTI IN MUTANDE - Per festeggiare l’anniversario, la banda Mazzoli ha deciso di mettersi a nudo e di farlo (quasi) nel vero senso della parola. Manifesti, pagine su quotidiani, apparizioni nello spazio promo delle sale cinematografiche prima dell’inizio dei film, spot su Mtv e Internet. I ragazzi dello zoo si mostrano come mamma li ha fatti, vestiti solo di boxer o slip, proprio come Gattuso, Beckham o i giganti del rugby nelle campagne di underwear dei grandi marchi (GUARDA). «Forse meno scolpiti e con qualche maniglia dell’amore di troppo - si legge nella nota che accompagna l’avvio dell’iniziativa -, ma sicuramente più simpatici e molto più “umani”». Marco Mazzoli, Fabio Alisei, Paolo Noise, Wender e Pippo Palmieri come non si sono mai visti, dunque. Già, perché pur essendo voci radiofoniche i cinque zoologi sono ormai anche dei volti, visto che il loro programma va anche in onda anche in tv su Comedy Central e su Mtv e proprio per la versione video sono stati premiati con gli Sky Tw Awards 2008/2009.

STOP AND GO - Il programma è stato più volte sospeso, in genere dopo alcuni picchi di volgarità che hanno indotto l’emittente a dare una calmata alla trasmissione. Lo scorso gennaio fece molto parlare l’intervento su come seviziare gli animali: era ovviamente in chiave ironica, ma la cosa non piacque a molte associazioni animaliste, a molti alscoltatori e alla stessa emittente che ha addirittura una propria sezione, Radio Bau, dedicata agli amici a quattro zampe. Mazzoli & Co. chiesero pubblicamente scusa e acquistarono anche uno spazio a pagamento su YouTube per spiegare che forse si era andati sopra le righe ma senza volere intenzionalmente nuocere agli animali, anzi. Il feeling con il pubblico, che peraltro aveva preso le loro difese, ricominciò subito, così come l’andata in onda. E oggi i cinque dello Zoo sono più amati che mai. Anche per questo non ci hanno pensato due volte quando si è trattato di farsi ritrarre in versione nature, certi che alla fine risulteranno ancora più simpatici.

SOGNANDO BECKHAM - La campagna, fanno sapere dalla radio, è solo la prima di una serie di iniziative che tendono a sviluppare una nuova strategia di riposizionamento del brand. Lo Zoo di 105 nei prossimi giorni sarà anche un magazine e presto verranno lanciati una nuova compilation e una linea di abbigliamento. «Ho già sfilato in passerella all’ultima fashion week di Milano - racconta Mazzoli - e le signore in prima fila mi guardavano e non fissavano il mio viso. Diciamo che me la gioco tranquillamente con Beckham». Non è andata proprio così, come loro stessi ammettono. Ma avrebbe potuto. E del resto è nel dna stesso dello Zoo, non si capisce mai se ci sono o ci fanno. Hanno inventato anche un nuovo slogan per il loro show: «Il programma che non piace». Facile dirlo quando sai benissimo che non è così.

Alessandro Sala
27 ottobre 2009

FONTE: IL CORRIERE DELLA SERA
http://www.corriere.it/spettacoli/09_ottobre_27/zoo-105-in-mutande_2c6cc1f8-c30e-11de-9afa-00144f02aabc.shtml