Questo sito contribuisce alla audience di

Fonti d’archivio per la storia del Luce: 1925-1945

Il libro è il risultato di un anno di approfondite ricerche condotte da un gruppo di studiosi per individuare le fonti cartacee Luce, finora in gran parte disperse

Dal sito ARCHIVIOLUCE.com: “Il 15 dicembre 2004 l’Archivio storico del Luce presenterà il volume “Fonti d’archivio per la storia del Luce: 1925-1945” a cura di Marco Pizzo e Gabriele D’Autilia, un’opera che è il risultato di un anno di approfondite ricerche condotte da un gruppo di studiosi per individuare le fonti cartacee Luce, finora in gran parte disperse. Possiamo dire con soddisfazione che l’obiettivo di ricostituire, a 80 anni dalla sua fondazione, il mosaico degli “archivi” Luce (cinematografico, fotografico e cartaceo), è stato finalmente raggiunto.
Compiuti i suoi primi ottant’anni e scomparsi ormai gli ultimi testimoni viventi dei suoi esordi, il Luce può oggi fare il bilancio della sua storia più difficile, quella del ventennio fascista. E il modo migliore per farlo, al di là di ogni celebrazione o rimozione, è attraverso la ricerca scientifica sulle vicende e sugli uomini che ne hanno determinato le fortune o le sventure.

Oggi l’Archivio del Luce può disporre di un archivio di immagini quasi completamente integro e interamente consultabile, un patrimonio straordinario che ha atteso finora di essere completato da quei materiali cartacei indispensabili per un’organica ricostruzione della sua memoria storica.
Circa un anno fa è quindi nato un progetto di ricerca, promosso dallo stesso Istituto, volto a rintracciare nei principali archivi italiani ogni tipo di documentazione relativa alla storia del Luce negli anni che vanno dalla sua nascita al crollo del regime fascista; una ricerca che ha dato risultati eccellenti (e ha riservato molte sorprese) e che si intende proseguire nei prossimi anni concentrando l’attenzione sui materiali a stampa e sugli archivi stranieri.

Quella che proponiamo con questa pubblicazione è dunque la sintesi del lavoro svolto completa di tutti i repertori archivistici individuati, che potranno costituire un punto di partenza fondamentale per ogni successivo approfondimento; ogni studioso potrà così avvalersi del nostro lavoro (come dei nostri materiali d’archivio) sia per le proprie ricerche specifiche che per lo studio di quello straordinario oggetto di storia che è l’Istituto Luce, medium per eccellenza della politica culturale di massa del regime fascista.

La presentazione del volume si terrà il 15 dicembre presso il Museo di Roma in Trastevere, che ospita proprio in queste settimane la mostra  “La Roma del Luce”.

Per saperbe di più vi basterà cliccare il link successivo. Ciao, Luigi

Le categorie della guida