Questo sito contribuisce alla audience di

Legge Urbani, ecco cosa cambia

Ecco vantaggi e difetti delle modifiche alla più contestata legge italiana su Internet

Dal sito Punto Informatico

“18/03/05 - Roma - Stanno cambiando le regole su P2P (meglio: sul file sharing), oramai è una notizia risaputa. Purtroppo - ma questo è meno noto - non si tratta di un colpo di spugna al celeberrimo “Decreto Urbani” (come modificato in sede in conversione), ma di un semplice “aggiustamento”: in meglio, ma non certo drastico e reciso così come risulta essere stato a suo tempo concordato tra il Ministro Urbani e alcune forze politiche (in particolare il senatore Cortiana, dei Verdi).
Va premesso un brevissimo riepilogo della situazione attuale:

- il semplice downloader rischia esclusivamente sanzioni amministrative, in particolare quelle previste dall’art. 174-ter l.d.a.;
- chi condivide, anche senza una contropartita economica - il fatto viene punito anche a merito titolo di profitto - passa, invece, al penale in considerazione dell’apposita previsione dell’art. 171-ter, comma 2, lett. a-bis)
- nella pratica, però, anche per motivi tecnici di funzionamento di alcuni client (la messa in condivisione automatica o di “default” di quanto scaricato), è spesso improbabile che un downloader non sia anche uploader…”

Per saperne di più vi basterà cliccare il link successivo e visitare Punto Informatico.
Ciao, Luigi

Le categorie della guida