Questo sito contribuisce alla audience di

Tecniche di studio e apprendimento

Il soggetto "studio" può essere definito come uno dei più utilizzati, ma il meno conosciuto. Già al bimbo di pochi anni viene richiesto di studiare e tale richiesta si ripete spesso finchè egli diventerà adulto: eppure nessuno gli insegna come studiare.

Dal sito Vivere Meglio

PREMESSA

Il soggetto “studio” può essere definito come uno dei più utilizzati, ma il meno conosciuto. Già al bimbo di pochi anni viene richiesto di studiare e tale richiesta si ripete spesso finchè egli diventerà adulto: eppure nessuno gli insegna come studiare.

È interessante notare che, mentre per tutte le altre attività vengono spesi mesi, a volte anni, come periodo di addestramento, per insegnare a studiare (fondamento di tutti gli apprendimenti) non vengono spesi neppure alcuni giorni.

Alla base di uno studio proficuo ed organizzato vi stanno alcune possibilità, già presenti in noi, che aspettano soltanto di essere “allenate”, esse sono:

Visione.
Osservazione.
Concentrazione.
Analisi e Sintesi.
Associazione.
Memorizzazione.

Per rendere tali possibilità più organiche e funzionali vi sono alcune tecniche elaborate allo scopo e precisamente:

Ginnastica oculare.
Lettura accelerata.
Concentrazione mentale.
Richiami mnemonici.
Note ed Appunti (riassunti, disegni, grafici).

In questo corso esamineremo i fondamenti teorici che stanno alla base del funzionamento mentale, con particolare riguardo ai processi che portano all’associazione delle idee ed alla memorizzazione delle stesse.

Una volta conosciuto il funzionamento della mente potremo utilizzare alcune delle informazioni acquisite per elaborare degli esercizi atti a sviluppare la nostra abilità nell’uso di questo prezioso strumento….”

Per continuare, basterà cliccare il link successivo. Ciao, Luigi

Le categorie della guida