Questo sito contribuisce alla audience di

Progetto Tracciabilità del Farmaco

Dalla tracciabilità del farmaco ad un ampio progetto culturale di sanità pubblica

Dal sito del Ministero della Salute
 
“Il Progetto Tracciabilità del Farmaco si propone di istituire una Banca Dati centrale, finalizzata a monitorare le confezioni dei medicinali all’interno del sistema distributivo. In questi termini, il progetto potrebbe apparire come un’attività di tipo prettamente tecnico, di interesse solo statistico e burocratico. In realtà, il progetto ha un respiro ben più ampio, si colloca nell’ambito dell’applicazione delle normative comunitarie e comprende aspetti e obiettivi di grande interesse per la sanità pubblica.
 
E’ infatti l’art. 40 della Legge 1 marzo 2002, n. 39 sulle “Disposizioni per l’adempimento di obblighi derivanti dall’appartenenza dell’Italia alle Comunità europee, Legge comunitaria 2001”, attraverso il quale si inserisce l’art. 5-bis nel decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 540; tale norma prevede appunto l’istituzione presso il Ministero della salute di una banca dati centrale che, partendo dai dati di produzione e fornitura dei bollini numerati dei medicinali, raccolga e registri i movimenti delle singole confezioni dei prodotti medicinali…”
 
Per saperne di piu’, basterà cliccare il link successivo. Ciao, Luigi
 

Le categorie della guida