Questo sito contribuisce alla audience di

Docenti italiani bocciati in tecnologia

Ricordate quanti soldi si spesero a suo tempo per alfabetizzare gli insegnanti? No? Mi limito a dirvi che furono tanti. Quindi… o noi docenti siano veramente negati o c’era qualcosa che non[...]

Bambino al PC Ricordate quanti soldi si spesero a suo tempo per alfabetizzare gli insegnanti? No? Mi limito a dirvi che furono tanti. Quindi… o noi docenti siano veramente negati o c’era qualcosa che non andava nell’impostazione dell’offerta formativa di coloro che tennero i corsi.

La realtà comunque non può essere negata: molti insegnanti hanno una conoscenza troppo superficiale del computer e questo in alcuni casi, potrebbe danneggiare anche la professione. Di questo e altro si parla nel sito Repubblica.it. Di seguito la parte introduttiva dell’articolo:

“ROMA - Insegnanti italiani bocciati in materie tecnologiche: 7 su 10 usano i computer abbastanza abitualmente, ma senza una vera formazione e spesso hanno imparato dai figli. Navigano sul web, frequentano i social network, auspicano una scuola maggiormente tecnologica, ma se si va più a fondo arrivano gli strafalcioni: gli insegnanti confondono il notebook con Facebook, credono che Outlook sia un’espressione dei giovani per indicare che si è fuori moda e alcuni pensano che l’hard disk sia un gruppo di rock metal molto popolare su internet.

E’ quanto emerge da un’indagine condotta su circa 1.000 insegnanti realizzata da Edu-Tech in occasione del primo convegno dedicato al futuro della scuola che si aprirà giovedì prossimo a Milano e che vedrà confrontarsi docenti, educatori, istituzioni e addetti ai lavori sui temi del rapporto fra scuola e tecnologia…”

Per continuare la lettura, basterà cliccare il link correlato. Ciao, Luigi

Le categorie della guida