Questo sito contribuisce alla audience di

Lavoro al videoterminale: cosa c'é da sapere per salvaguardare la salute

L’obiettivo di sensibilizzare e coinvolgere nell’attività di prevenzione dei disturbi procurati dall’uso prolungato dei computer è di notevole importanza. Troppo spesso[...]

punto sicuro L’obiettivo di sensibilizzare e coinvolgere nell’attività di prevenzione dei disturbi procurati dall’uso prolungato dei computer è di notevole importanza. Troppo spesso inconsapevolmente si esatera nel tempo di permanenza davanti al videoterminale e poi… insorgono i malanni.

Rispettare le avvertenze d’uso è un’abitudine che dovremmo avere sicuramente anche per i PC che utilizziamo in casa quindi, attenzione. Di questo e altro si parla nel sito Punto Sicuro. Di seguito la parte introduttiva dell’articolo:

“Nell’arco di pochi decenni l’uso del computer ha rivoluzionato la nostra vita privata e lavorativa.
In questa rivoluzione tecnologica, accanto al computer è nata una nuova figura professionale: il videoterminalista.

Appartiene a questa categoria professionale ogni lavoratore che utilizza un’attrezzatura munita di videoterminale, in modo sistematico o abituale, per almeno venti ore settimanali.
Ma come per tutte le apparecchiature di lavoro, ci sono delle avvertenze d’uso che, se non rispettate, possono determinare disturbi per la salute. Mal di testa, dolori di schiena, ipertensioni sono sintomi di malattie che derivano dalla conseguenza dell’uso prolungato e non corretto del mezzo informatico…”

Per continuare la lettura, basterà cliccare il link correlato. Ciao, Luigi

Le categorie della guida