Questo sito contribuisce alla audience di

Finalmente debutta Windows 7

Domani esce Windows 7 e già Microsoft parla della versione 8 che sarà a 128 bit ma… così va il mondo. Naturalmente le scuole dovranno un attimino riflettere sull’opportunità o meno di[...]

windows 7 Domani esce Windows 7 e già Microsoft parla della versione 8 che sarà a 128 bit ma… così va il mondo. Naturalmente le scuole dovranno un attimino riflettere sull’opportunità o meno di aggiornare la sala multimediale.

“La formazione deve sempre porsi al passo con i tempi”: avrete sentito certamente questa frase dai responsabili del mondo scolastico pubblico ma l’esperienza mi dice che Vista è praticamente passato inosservato tra i banchi. Il motivo? Spesso la maggior parte delle spese di hardware e software è stata fatta in tempi anteriori alla sua uscita.

Inoltre saggiamente, molti insegnanti responsabili dell’aggiornamento hanno confermato XP come sistema operativo preferito a causa dell’eccessiva richiesta di risorse di Vista. Adottando quest’ultimo avrebbero messo in crisi non pochi PC utilizzati nelle nostre scuole. Ma intanto i testi di informatica consultati dagli studenti già parlavano di Vista

E ora? Ora i libri illustreranno Windows 7 ma gli studenti continueranno a trovare probabilmente sistemi operativi obsoleti nei PC. La scuola sempre un passo indietro, temo.

In quanto tempo e se le scuole avranno le casse tanto piene da acquistare nuove licenze per Windows 7, è una domanda da cifre da superEnalotto. Anche perché, da quel che mi è dato sapere ma potrei sbagliarmi, per ora Microsoft in Europa non prevede aggiornamenti per XP… Non ci resta che sperare nella collaborazione tra Ministero dell’Istruzione e Microsoft e nella minima richiesta di risorse hardware da parte del nuovo sistema operativo.

Intando dovrebbe far riflettere il fatto che le poche scuole che si affidano a Linux, a ogni aggiornamento del sitema operativo, questo problema non devono porselo visto che trattasi di Open Source. Di seguito la parte introduttiva dell’articolo presente in ZeusNews.com:

“L’attesa è terminata: domani, 22 ottobre, è il giorno di Windows 7. Lo aspetta Microsoft per risollevarsi dalla cattiva fama che si è conquistata con Windows Vista; lo aspettano gli utenti per sostituire Windows Xp con un sistema che non faccia loro rimpiangere la decisione.

Il compito che Windows 7 si assume è impegnativo: grandi aspettative si sono accumulate nei mesi che hanno preceduto il lancio.

L’ultima creatura di Microsoft si presenta come un sistema più leggero e meno affamato di risorse del predecessore: promette di essere più veloce e in grado di adattarsi a ogni hardware, dai desktop dei videogiocatori più accaniti fino agli economici netbook… Ciao, Luigi

Per continuare la lettura, basterà cliccare il link correlato. Ciao, Luigi

Le categorie della guida

Link correlati