Questo sito contribuisce alla audience di

Quale neologismo lessicale per indicare chi ha perso un figlio?

Un figlio che perde un genitore è chiamato orfano ma in caso inverso, quale neologismo usare?

auto in coda Un figlio che perde un genitore è chiamato orfano ma in caso inverso, quale neologismo usare? Non è una semplice curiosità lessicale ma la richiesta fatta da padri e madri che si trovano in questa situazione.

Lo scopo? Tutt’altro che banale: poter inserire questo termine nello stato di famiglia in modo che resti traccia nella storia del nucleo familiare della presenza del proprio caro, di certo preziosa per tutti i componenti. Di questo e altro si parla nel sito Repubblica.it. Di seguito la parte introduttiva:

“La perdita di una persona cara, di un figlio in particolare, molto spesso lascia un vuoto incolmabile nelle persone che restano in vita.
Difficile tentare di spiegare il sentimento che pervade un genitore che ha perso un figlio, soltanto chi, sfortunatamente, ci è passato può realmente comprendere cosa si prova.

Per cercare di dare una maggiore dignità ai “figli scomparsi” un gruppo di genitori appartenenti a varie associazioni, tra cui quella che raccoglie anche le vittime della strada (e i giovanissimi sono in cima alla lista dei decessi…), ha indirizzato una lettera aperta alle Istituzioni, italiane ed europee, al professor Umberto Eco e alla Accademia della Crusca…”


Per continuare la lettura, basterà cliccare il link correlato.
Ciao, Luigi

Le categorie della guida