Questo sito contribuisce alla audience di

La scuola pubblica e i simboli

Il dibattito crocifissi sì, crocifissi no non è quasi risolto e ora si presenta un simbolo di partito nella scuola di Adro

polo adroVeramente poco educativo l’uso dei simboli che si è fatto nella scuola Gianfranco Miglio di Adro. Per togliere ogni dubbio sulla poca opportunità della scelta di esporre il simbolo padano, se nella sezione immagini, digitate in Google “Sole delle Alpi“, la maggior parte delle foto sono correlate ad eventi della Lega Nord.

Facile dedurre che questo simbolo, anche se gli appassionati di arte che votano carroccio, dichiarano che trattasi di simbolo presente in monumenti secolari, in Italia si identifica con quello di un determinato partito.

Stessa cosa capitò con Mussolini con il fascio littorio che ha antichissime tradizioni ; questo simbolo lo troviamo durante il ventennio fascista in tanti edifici pubblici.

Questa analogia è molto inquietante, così come sarebbe stato inquientante trovare la falce e martello all’ingresso, su banchi e tetti delle scuole italiane. Eppure la falce e il martello è un simbolo che alcuni fanno nascere in Germania nel 1512 anche se fu presente sulle barricate parigine del 1848 e, successivamente in svariate avvenimenti per poi finire sulla bandiera dell’URSS ed essere strumentalmente assimilato a una dittatura di sinistra.

Per non parlare del simbolo della svastica nazista che, vecchio di millenni, pur essendo simbolo sacro di alcune religioni, ora si ricorda solo come emblema della barbarie umana.

Insomma, non dimentichiamo che la scuola è frequentata dai più giovani e il libero pensiero è nemico dell’indrottinamento, fosse solo utilizzando un simbolo.

Le categorie della guida