Questo sito contribuisce alla audience di

Bambine e bambini vissero felici, contenti e con la mente aperta

...anche grazie alla divulgazione di libri per l'infanzia non reazionari sui banchi di scuola.

Le storie dei libri per l’infanzia aiutano a plasmare i valori sociali e contribuiscono allo sviluppo emotivo dei bambini. Per evitare gli episodi di bullismo in età scolare, in Regno Unito è appena stato lanciato un programma educativo che introdurrà tematiche relative all’omosessualità mediante alcuni libri.

Alla fase pilota del progetto partecipano quattordici scuole con bambini dai 4 agli undici anni.

Le storie in questione includono, ad esempio, un erede al trono (che deve scegliere tra un gruppo di principesse la sua futura sposa, ma poiché si innamora del fratello di una di loro, decide di sposare lui e diventano due re), una bambina astronauta che ha due mamme (si ammala, le fa ammalare, ma poi guarisce e grazie al loro aiuto riesce a partire per un’avventura nello spazio), due pinguini che vivono allo zoo e hanno fatto il nido insieme (quando arriva il momento della cova un guardiano dello zoo porta loro un uovo da accudire e dopo un po’ nasce il primo pinguino dello zoo con due papà bravissimi).

L’imbarazzo non c’entra. Questi libri non parlano di sesso proprio come non se ne parla nella fiaba di Cenerentola. Con la naturalezza delle cose semplici le storie allargano il campo visivo dei bambini includendo realtà altrimenti taciute nella letteratura per l’infanzia: l’omosessualità esiste e nelle storie di principi e principesse ci possono essere anche due principi o due principesse che si innamorano, e le mamme e i papà omosessuali sanno quel che bisogna fare per aiutare i propri bambini, esattamente come gli altri.

Per un elenco della letteratura disponibile in lingua inglese, vedere la sezione Books & Resources nel sito dell’associazione Out for our children. Interessanti le iniziative e i materiali didattici proposti da questo gruppo di genitori londinesi.