Questo sito contribuisce alla audience di

Omosessualità in famiglia. Mia figlia è lesbica e va bene così

Mia sorella è lesbica a va bene così. Agedo promuove la campagna di consapevolezza "Va bene così". Si tratta di una campagna tesa ad incoraggiare le famiglie alla comprensione e alla vicinanza emotiva con i loro familiari gay e lesbiche.

Dal 15 giugno sono stati affissi nella città di Bologna manifesti e distribuite cartoline con quattro differenti messaggi legati all’accettazione di parenti con orientamento omosessuale.

La campagna è stata realizzata grazie alla collaborazione con un equipe di psicologi, sociologi e altri studiosi italiani che si occupano di queste tematiche.

PERCHE’ QUESTA CAMPAGNA?

Perchè pensiamo che questa campagna sia così importante?

Si stima che una famiglia su cinque includa una persona gay o lesbica. Se sei un genitore di una figlia o di un figlio omosessuale, ricordati che molti altri genitori si trovano nella tua stessa situazione anche se non lo sai: ad una riunione di 20 genitori, è probabile che almeno quattro abbiano figli o figlie omosessuali.

I familiari di persone omosessuali spesso hanno difficoltà a comprendere la loro esperienza e mostrano reazioni negative che possono essere di sconforto, tristezza, rabbia e senso di colpa.

Alcuni familiari possono esprimere questo disagio con comportamenti di distacco, rifiuto (ed es., di parlare o di interagire con la persona omosessuale), o a volte anche di violenza (ad es., costringerlo a non frequentare più amici omosessuali, ad andare a vivere fuori casa o a portarlo dallo psicologo per cambiare orientamento sessuale).
Nelle situazioni familiari di scarso affetto e di distanza, i giovani omosessuali spesso si allontanano precocemente dalla famiglia di origine per non svelare i loro orientamento sessuale, creando distanza e separazioni. Ciò nuoce fortemente alla coesione e all’armonia familiare.
I giovani omosessuali sono spesso bersaglio a bullismo verbale nelle scuole e a volte anche di derisione e aggressioni fisiche e i loro famigliari ignorano o hanno difficoltà a contrastare questa difficoltà.
A causa dello scarso supporto sociale e familiare, il rischio suicidario per un giovane omosessuale o una lesbica è piu alto di due o tre volte rispetto ad un altro ragazzo della stessa fascia di età.

Il messaggio è semplice: stiamo vicino alle persone a cui vogliamo bene perchè le nostre relazioni, le nostre famiglie, sono il bene più prezioso che abbiamo. Sono troppo importanti per poterle perdere.

E ancora: risorse per i genitori (cosa fare, domande e risposte), storie di famiglie e consigli per il coming out per giovani gay e giovani lesbiche.

Fonte: Va bene così