Questo sito contribuisce alla audience di

Dellaclà

"Chi guarda se stesso, rischia di incontrare se stesso. Questa è la prima prova di coraggio nel percorso interiore. Una prova che basta a spaventare la maggior parte delle persone, perché l’incontro con se stessi appartiene a quelle cose spiacevoli che si evitano fino a quando si può proiettare il negativo sull’ambiente" Carl Gustav Jung


Dellaclà indaga quei varchi della psiche che consegnano l’uomo alla mercè della tremenda legge darwiniana. Cuscini pesanti, incapaci di procurare sogni gradevoli, profanati da tagli e squarci, lame, mannaie e canne di pistole che riflettono il volto dell’artista, aprono la mente e lo sguardo a infinite storie possibili, quanto imprevedibili. Così Dellaclà nelle sue sculture installazioni utilizza un vocabolario di segni-oggetti sia rassicuranti che scelti per il loro alone di pericolosità e invita contemporaneamente lo spettatore a riflettere sulle instabilità e le tensioni del vivere ricacciate in un limbo di abitudini e patologie narcotizzate, costruite quotidianamente per impedirci uno sguardo diretto e aperto sulla realtà.
Gli oggetti scelti si sostituiscono con la loro travolgente immobilità, al silenzio della parola, evidenziando il momento in cui l’uomo si scontra con gli istinti più remoti e incontra in essi i limiti e i confini della propria ragione. Un momento ossimorico, dilatato nel tempo, che accoglie sentimenti e impeti repressi, paure e ossessioni sopite, capaci di creare acute e intense lacerazioni pulsionali. Pezzi di sè che rischiano di sfuggire al controllo del coscienza.
Con una sorta di innocente perversione, l’artista incentra il suo lavoro sull’autorappresentazione per travestire il peso della violenza con la leggerezza dell’auto-ironia.
Ogni opera è dunque un pretesto per catturare gli ultimi istanti di un algido caos emotivo in attesa di esplodere da un momento all’altro.

Scheda tecnica dell’artista:
Nata a Viareggio (LU), 1983. Vive e lavora tra Massa Carrara, Manarola (SP) e Palma di Maiorca (Isole Baleari).
Dopo il conseguimento del diploma di maturità artistica, perfeziona la sua formazione, presso l’Accademia di Belle Arti di Carrara, frequentando il Corso Quadriennale di Pittura. Continua gli studi presso la stessa accademia nel Biennio di specialistica in Arti Visive e Discipline dello Spettacolo indirizzo Pittura. Dal 2004 espone in mostre personali e collettive in gallerie pubbliche e private. Partecipa inoltre a diverse fiere d’arte contemporanea con la Galleria 911 di La Spezia

Il sito ufficiale di Dellaclà