Questo sito contribuisce alla audience di

Ilona Ne'meth - Sz.K.

Roma, dal 10 novembre 2010 al 10 gennaio 2011


a cura di Lydia Pribisova
La Galleria V.M.21 e’ lieta di inaugurare presso la project room un lavoro dell’artista Ilona Ne’meth, a cura di Lýdia Pribišová.
I punti chiave del progetto site specific, denominato Sz.K., presentato nella project room della Galleria VM21, sono la questione storico-sociale e geo-politica e le loro conseguenze sulla vita quotidiana. A partire da questa prospettiva, l’artista, influenzata nella ricerca artistica dalla sua origine mista slovacco-ungherese, ha realizzato una scritta in stucco: il manoscritto della propria nonna. L’opera riflette la storia privata della sua famiglia, ma anche quella degli abitanti di una piccola città che durante la loro vita, senza mai trasferirsi dal posto di nascita, sono, paradossalmente, stati cittadini di vari paesi della monarchia austro-ungarica, dell’ Ungheria della Cecoslovacchia e della Slovacchia.
Ilona Ne’meth si presenta, quindi, come una delle artiste centro-europee piu’ significative. Il suo percorso artistico, che spazia dalle installazioni ai progetti di public art e video arte, si e’ concentrato sui temi socio-culturali e politici arricchiti dagli aspetti del post-femminismo, della corporalità e del gender. Gli attributi del suo lavoro sono il dialogo con l’architettura, l’interattività e, soprattutto, il forte coinvolgimento sociale.
Nella ricerca di Ilona Ne’meth l’attenzione è rivolta anche alla quotidianità. Le sue opere sono realizzate con un design perfetto in modo da somigliare agli oggetti quotidiani, come nel caso di Pax Nexus Salvus, una combinazione tra il guardaroba IKEA ed il confessionale esposto nel 2008 nella mostra Rituals presso la Galleria VM21. Nell’ultimo periodo l’artista ha realizzato alcuni interventi di public art focalizzati su temi socio-politici, come, ad esempio, la percezione dell’identità nazionale o l’accettazione delle minoranze nazionali ed etniche nella società della maggioranza.

Scheda dell’artista

Ilona Nemeth è nata nel 1963 a Dunajská Streda. Vive e lavora fra Bratislava e Dunajská Streda, nella Repubblica Slovacca. Ha studiato all’Accademia di Belle Arti a Budapest ed è docente all’Accademia di Belle Arti a Bratislava. Ha vinto vari premi internazionali (premio di Ludwig Museum, premio di Munkacsy Mihaly, Slovak Visual Arts Prize della Fondazione della società civile a Bratislava). Ha partecipato a varie mostre internazionali come Bucarest Biennale, 2006; Prague Biennale 2005 e 2007; Positioning, The National Museum of Art – Osaka; Hirosima City Museum of Contemporary Art – Hirosima; Museum of Contemporary Art – Tokyo nel 2005; Solares / 2. Biennale de Valencia nel 2003, Biennale di Venezia nel 2001. Tra le mostre personali vanno ricordate quella presso il Modern Art Oxford nel 2006, a Kozelites Galeria; Pecs nel 2005 e a Gyori Varosi Muzeum, Gyor nel 2004.

Luogo: Galleria V.M.21 artecontemporanea via della Vetrina, 21 – 00186 Roma
Opening: 10 novembre 2010, ore 20.00
Orari di apertura: lun-ven ore 11/19.30 e sab ore 16.30/19.30
Ingresso libero
www.ilonanemeth.sk.