Questo sito contribuisce alla audience di

Donne all'ombra di grandi uomini

All'università di Tubingen una serie di incontri dedicati alla scrittrice-filosofa Simone de Beauvoir

Quando le donne diventano grandi all’ombra di grandi uomini, come è accaduto a Simone de Beauvor, eterna compagna di Sartre, tardano un po’ a farsi crescere.
Lei è una di quelle che ha potuto godere della fama, poca rispetto a lui, anche durante la sua vita. Ma adesso è arrivato il momento di sganciarsi da lui, e dopo questo importante riconoscimento accademico, sono aumentati gli studi sulla scrittrice-filosofa. E’ stata una delle poche persone il cui giudizio ha influito sul pensiero del grande Sartre. Si legge im “Memorie di una ragazza per bene” che il filosofo non facesse pubblicare i suoi lavori se lei li disprezzava. Ma non era una cattiva ragazza!

L’attualità del suo pensiero, che si legge e si comprende nei suoi romanzi, sarà argomento di discussione nei seminari che si terranno a Tubingen a partire dal 13 novembre: dal concetto di assoluto in Simone de Beauvoir con Florence Hervé dell’ateneo di Düsseldorf, si passerà il 20 dello stesso mese con Effi Böhlke dell’Università di Berlino ad analizzare i legami dellasua filosofa con il socialismo.
Ingrid Galster (Paderborn) affronterà il 27 novembre la genesi, teoria e praxi mettendo a confronto il pensiero di Sartre con quello di de Beauvoir. E per finire il 15 gennaio 2009, Barbara Holland-Cunz (Giessen) concluderà il ciclo di incontri con la teorie politica della grande pensatrice.