Questo sito contribuisce alla audience di

Intervista esclusiva a Tony Severo

Tony Severo , attore - doppiatore - speaker , voce di molti programmi televisivi dalla mitica DeeJay Television all' attuale Radio 105 . Tony racconta " Era esaltante lavorare con Claudio Cecchetto, con Gerry Scotti, con Amadeus, Jovanotti o Fiorello. Ho prestato la voce a Boy George talmente tante volte che oramai parlavo come lui "

DANIELA: “Tony Severo, attore doppiatore speaker.
Da molti anni opera nelle più grandi radio e
la sua voce è riconoscibile in molti spot radiofonici e televisivi” così
“recita” il tuo sito. Che emozioni provi nel risentirti? Sei critico con
te stesso o tutto sommato sei soddisfatto?

TONY:
Abbastanza soddisfatto.
Ma quando devo dirigermi sono sicuramente molto critico.
Mi spiego meglio. Passo la maggior parte del mio tempo in studi di
registrazione. Per realizzare uno spot impiego un turno di un’ora.
Dipende cosa mi chiede un creativo o un direttore di doppiaggio.
Ma quando sono nel mio studio (Lo studio W&T) e quando sono io a dirigermi
posso impiegarci intere giornate !
Devono fermarmi. Non sono mai soddisfatto.

DANIELA: Hai frequentato scuole di dizione e recitazione e lavori come
doppiatore dal 1985. Hai prestato la voce in varie soap-opera e in molte
serie di cartoni animati giapponesi.Al momento quale tuo lavoro al
doppiaggio ami ricordare? Come sei approdato al doppiaggio? Ritornando
indietro nel tempo , quando studiavi dizione e recitazione, quale era
l’aspetto più problematico per un aspirante attore?

TONY: Io arrivavo dalla radio. Avevo già un po’ di mestiere.
Non ero il classico DeeJay che annunciava i dischi e basta.
Diciamo che rispetto agli altri attori sapevo stare dietro un microfono. E
questo era un vantaggio.

Ma un vero aiuto non l’ho avuto dalla scuola di dizione (che non ho mai
frequentato) o dalla scuola di recitazione (che invece ho frequantato alla
grande).
Il vero studio l’ho fatto in decine di seminari e full immersion con attori
famosi. Soprattutto americani.
A fianco a me vedevo gente come Paolo Rossi, come attori che ora vedo nei
serial. Non fatemi fare nomi.
Il lavoro dell’attore non si ferma al doppiaggio. Quella è solo una
specializzazione.

Poi il resto l’ha fatto il boom della TV privata degli anni ‘80. Avevano un
grande bisogno di voci. Di attori.
E giu’ turni di doppiaggio ! Sentieri, Cartoni, ….

Ricordo con grande piacere quando davo la voce ai cantanti e ai Vip di
DeeJay Television.
Bei tempi. Mi sono divertito davvero molto.

DANIELA: Nel ‘87 sei entrato a far parte di
Radio deejay , poi Rtl 102.5, nel ‘95 Radio105, nel ‘98 Radio101. Sei
stato la voce di molti programmi televisivi da DeeJay Television (Italia
1, 1987) a RealTv e Speed (Italia 1, oggi) e attualmente sei conduttore nuovamente per Radio 105.
Cosa ci puoi raccontare di
queste esperienze?

TONY: Dal ‘ 99 sono tornato a Radio105.
Dove conduco 105 Friends. Dalle 10 alle 14.

Come ho già detto DJTV era sicuramente molto divertente. Era esaltante
lavorare con Claudio Cecchetto, con Gerry Scotti, con Amadeus, Jovanotti o
Fiorello.
Ho prestato la voce a Boy George talmente tante volte che oramai parlavo
come lui.
Ma ricordo con piacere anche giornate intere nella TV Svizzera. La TSI.
E poi programmi in Rai. Dove una volta ho doppiato Tom Cruise.
O la prima serie di RealTv con il mio amico Natale Ciravolo (Magnum PI).
A dire il vero mi hanno chiamato proprio ieri per partecipare al doppiaggio
della nuova edizione 2006. Ma credo mi defilerò, sono un po’ incasinato.

Per quanto riguarda la radio. Bhe sono davvero molto soddisfatto.
Fatemi fare un po’ “lo spocchioso”: sono entrato nella storia, il mio nome è
nell’enciclopedia Garzanti della radio. Ma non ditelo in giro altrimenti lo
cancellano.

DANIELA: :)) Hai portato in teatro uno dei programmi radiofonici di maggior
successo degli ultimi anni, I “Due del tredicesimo”, recitando in teatri
come Il teatro Nazionale di Milano, Il Verdi di Genova e L’Ariston di
Sanremo.
Cosa ci racconti riguardo questa interessante esperienza?

TONY: Era nata come una scommessa. Tutti i conduttori delle radio si esibivano
nelle discoteche e io volevo fare di piu’.
Avendo un minimo di esperienza teatrale ho convinto i miei compagni a
calcare un palcoscenico.
Non è stato facile. Non bastava il talento. Ci voleva controllo, disciplina.
Va bhe … la sto facendo pesante …
Ce l’abbiamo fatta. Tanti grandi teatri. Tanta gente che non ballava
distratta come avevamo sempre incontrato in discoteca.
Tanti ascoltatori che pendevano dalle nostre labbra in perfetto silenzio. Un
silenzio che veniva rotto, ogni pochissimi secondi, dalle piu’ esaltanti
risate.
E a questo punto ne approfitto per ringraziare ancora una volta gli amici
con cui ho realizzato questo mio sogno: Paolo e Fabrizio.

DANIELA: Ti ringraziamo per la simpatia e infine ti chiediamo di svelarci
qualcosa circa i tuoi futuri progetti e di lasciare un messaggio per tutti
i tuoi radioascoltatori.

TONY: I miei progetti immediati. Tra poco andare in onda con 105Friends …
Una webRadio. Un grande sito per il Podcast e la distribuzione di programmi
di DJ di tutta italia.
Comprarmi una moto per l’estate. Baci a tutti. Toony Severo (con 2 O )